Hai segnato in agenda un video colloquio di lavoro ma non sai come affrontarlo? Ecco i nostri consigli per prepararsi al meglio.

Se fino a qualche tempo fa poteva essere considerato una seconda opportunità, oggi il video colloquio è diventato uno strumento di selezione del personale essenziale per le aziende.


In tempi di emergenza sanitaria sono sempre di più i recruiter che scelgono di abbandonare il classico colloquio vis-à-vis per rimpiazzarlo col suo alter ego digitale, incontrando i candidati a distanza attraverso strumenti e piattaforme ad hoc. 


Ma se per i più social avvezzi il problema di piazzarsi di fronte a una telecamera e parlare a un estraneo non si pone, per molti altri la faccenda si complica. Soprattutto perché si tratta di lavoro e non di acchiappare like con una diretta o una stories su Instagram.


Un colloquio virtuale ha la stessa rilevanza di un tradizionale incontro di persona e richiede la stessa preparazione, se non qualche accortezza in più, ma niente paura: basteranno alcuni semplici trucchi per far filare tutto liscio e portare a casa la partita! 

Ma cosa si intende per video colloquio?

Esistono diversi strumenti, modalità e tempistiche con cui può tenersi un video colloquio di lavoro.


Generalmente si tratta di un collegamento in diretta con il recruiter, che può avvenire con una semplice video call su Skype, Zoom, Google Meet, o un sistema specifico dell’azienda. In questo caso, tutto si svolge come durante un normale colloquio in presenza, con un’unica differenza: nessun rischio di arrivare in ritardo o di non trovare parcheggio.


Altre volte, al candidato può venire richiesto di registrare una video intervista in differita. Solitamente bisogna rispondere ad alcune domande prestabilite trasmesse precedentemente via email oppure formulate sul momento dalla piattaforma in maniera automatica. Questo tipo di format supera difficilmente i dieci minuti di durata, ritenuti sufficienti per raccontarsi, ma senza esagerare!

I vantaggi del video colloquio

In entrambi i casi, partecipare a un appuntamento di lavoro virtuale può rivelarsi estremamente vantaggioso. 


Oltre a ridurre al minimo i contatti umani per evitare il rischio di contagio, il colloquio online permette un bel risparmio di tempo e denaro. Non ci sono infatti i costi e le spese legati alla trasferta, ma solo tempo in più per prepararsi e la comodità di potersi connettere ovunque, anche da casa propria. 


La tranquillità di trovarsi in un ambiente familiare e la consapevolezza che si tratta di un evento stressante condensato in un segmento ridotto aiuteranno ad allentare un po’ la morsa della tensione. 


Inoltre, durante la video intervista, il reclutatore può vedere solamente ciò che viene inquadrato dalla telecamera, permettendo così al candidato di tenere qualche appunto sotto mano all’occorrenza. Ma attenzione agli autogol: leggere spudoratamente non è mai stata una buona idea! 

Le 10 regole indispensabili per arrivare preparati

Veniamo al dunque: quali sono i segreti per non farsi prendere dal panico e superare con successo un video colloquio di lavoro? 


1. Scegli l’ambiente adatto. Gli sfondi virtuali sono più contagiosi del Covid: mantieni le distanze optando per un background possibilmente neutro ma non troppo artefatto. Una libreria, qualche mensola o un quadro andranno benissimo. Assicurati di trovarti in una stanza silenziosa, ben illuminata e priva di intrusi (compresi cani e gatti) che potrebbero distogliere l’attenzione del recruiter dalle tue parole. 


2. Vestiti bene. Essere a casa non è una buona scusa per esibirti con la tua maglietta fluo preferita. E anche se nel video si vedrà soltanto la parte superiore, cura il tuo aspetto come se dovessi presentarti al colloquio di persona. Non dimenticarti però di indossare i tuoi calzini portafortuna! 


3. Schiena dritta! Mantieni una postura corretta e cerca di non gesticolare troppo. Proprio perché si tratta di un video, il linguaggio non verbale diventa ancora più importante. Presta attenzione al tono di voce e alle espressioni del volto: per il recruiter non sarà difficile scoprire il tuo stato d’animo. 


4. Missione contatto visivo. Non fissare lo schermo, mira piuttosto alla webcam: darai l’impressione di guardare negli occhi il tuo interlocutore, trasmettendogli tranquillità e sicurezza ed evitando pericolose distrazioni. 


5. Sii conciso. Racconta in modo sintetico le esperienze e le competenze acquisite nel corso degli anni, cercando di centrare la risposta attenendoti il più possibile alla domanda. Parla lentamente, lascia delle pause e permetti al recruiter di intervenire se necessario, ma soprattutto non interromperlo, mai.  


6. Studia! Informati, fai delle ricerche sull’azienda e sulla posizione lavorativa richiesta. Arrivare preparati è fondamentale. Tieni pronte delle domande: come in un normale colloquio, ti verrà chiesto se ne hai qualcuna da fare. Ipotizzale a priori, non farti cogliere alla sprovvista. 


7. Ricordati di fare un check. 1…2…3… Prova! Può sembrarti un consiglio banale, ma non lo è affatto: controlla che la tua connessione internet sia stabile e veloce e che tutti gli strumenti funzionino perfettamente. Verifica di avere gli accessi e prepara i link per tempo, così da non trovarti brutte sorprese all’ultimo momento.


8. Prevedi sempre un piano B. Può capitare però che, per motivi tecnici o altri imprevisti, il video colloquio proprio non riesca. Cerca di farti dare in anticipo un contatto da poter avvisare in caso di emergenza. 


9. Sii puntuale. Connettiti all’orario stabilito e attendi la call del selezionatore. Non rischiare di farlo aspettare, ma evita di chiamare per primo: se dopo cinque minuti nessuno si collega, prova a inviare un messaggio. 


10. Manda un follow-up. In serata, spedisci una email di ringraziamento al recruiter, sottolineando la tua gratitudine per il tempo che ti ha dedicato. Servirà per ribadire il tuo interesse per l’azienda e per il ruolo proposto, ma soprattutto, per lasciare un bel ricordo di te!


Bonus. Sii te stesso, sorridi e lascia spazio alla spontaneità. Ricordati che non ti troverai di fronte un giustiziere, ma soltanto qualcuno potenzialmente interessato a te.


In bocca al lupo!


Credits:

  • pexels.com
  • pixabay.com
Default image
Alice Serrone