Vacanza in tenda: come organizzarla al meglio e cosa portare

tende da campeggio

La tenda può essere un’ottima soluzione per varie tipologie di viaggiatori. Per esempio, è un’opzione valida per chi non vuole spendere troppo per il pernottamento, per chi vuole fare una vacanza all’avventura, all’insegna del trekking e del contatto con la natura o, ancora, per chi non è interessato all’alloggio perché ha intenzione di tornarci solo per dormire.

Se vi riconoscete in queste descrizioni e state pensando di partire per un viaggio tenda in spalla, sappiate, però, che lo spirito di adattamento non basta, soprattutto se siete alla prime armi con questa tipologia di vacanza e una buona organizzazione può davvero fare la differenza. Per questo abbiamo pensato di raccogliere qualche consiglio per prepararvi al vostro soggiorno in tenda.

Scegliere la tenda

Innanzitutto, è opportuno scegliere la tenda più adatta alle vostre esigenze. Ne esistono varie tipologie, ma non tutte si adattano a qualsiasi situazione.

La canadese, ad esempio, quella a forma spiovente che tutti abbiamo in mente quando dobbiamo disegnare una tenda, permette di stare in piedi, ma garantisce una scarsa ottimizzazione degli spazi; è il modello più difficile da montare e il meno stabile, quindi ve lo sconsigliamo se siete alle prime armi e state andando in un posto in cui il clima è incerto o particolarmente ventoso.

La tenda a igloo, al contrario, è molto stabile e offre una maggiore abitabilità, ma al suo interno potete stare solo sdraiati o rannicchiati. Essendo compatta è perfetta sia per il campeggio sia per un viaggio itinerante, per il quale vi consigliamo di scegliere un modello piccolo e leggero.

La tenda a casetta garantisce il massimo comfort ed è perfetta per una permanenza in campeggio con la famiglia o in un gruppo numeroso. Spesso dotata anche di una veranda, somiglia proprio a una piccola casa e al suo interno è possibile dividere gli spazi per avere una maggiore privacy o differenziare gli ambienti.

Al di là del singolo modello che vorrete utilizzare, vi suggeriamo di pensare anche a che tipo di viaggio avete in mente. Se, infatti, optate per una permanenza nello stesso campeggio, allora potete permettervi una tenda più grande e più comoda, altrimenti, se avete in mente un viaggio itinerante, puntate sulla leggerezza e una maggiore trasportabilità. Infine, provare a montare la tenda prima di partire, magari nel giardino di casa, non guasta mai, soprattutto per controllare che non ci siano pezzi mancanti ed evitare di perdere tempo a viaggio iniziato.

Cosa portare

Ci sono degli oggetti che non possono mancare, sia per una permanenza in un camping sia per un viaggio zaino (e tenda) in spalla.

Cosa vi serve per dormire?

  • Un sacco a pelo adatto alla stagione: controllate quindi per quale temperatura notturna è stato pensato. Meglio poi che sia compatto e facilmente trasportabile;
  • un materasso ad aria singolo o per due persone, utile se avete intenzione di alloggiare in un campeggio o se vi spostate in macchina. Controllate, poi, che il camping in cui avete prenotato abbia una pompa elettrica o a mano per gonfiarlo, altrimenti dovrete procurarvene una;
  • una stuoia da campeggio: è sicuramente meno comoda di un materasso, ma più adatta per un viaggio itinerante, servirà a tenervi isolati dal terreno.

Cosa vi serve per cucinare?

  • Un fornello da campeggio a gas portatile con una cartuccia di ricambio e del cibo liofilizzato se non avete dei supermercati vicino o il minimarket all’interno del camping;
  • delle pentole di acciaio o una gavetta in cui cucinare e mangiare;
  • delle posate e dei bicchieri riutilizzabili per ridurre il consumo di plastica.
Il fornello da campeggio, molto utile in vacanza in tenda.

Non scordatevi poi di portare una torcia da tenda per la sera e delle lampade frontali per muovervi meglio al buio; delle corde per stendere il bucato; un repellente per le zanzare; della crema solare, sia che abbiate in mente un viaggio al mare sia in montagna.

Pronti a partire? Controllate sempre di avere tutto il necessario con la nostra checklist dell’attrezzatura necessaria per il campeggio.

Una vacanza in tenda a contatto con la natura può essere molto divertente e rilassante, ma non fatevi prendere troppo dallo spirito di avventura: cercate di prevedere ogni intoppo e di organizzarvi al meglio. I consigli che vi abbiamo elencato comprendono lo stretto indispensabile da adattare poi in base alla vostra situazione, al tempo di permanenza e al tipo di esperienza che avete in mente. Buon viaggio!

Irene Francalanci

Credits:

  • unsplash.com

Ti è Piaciuto l'articolo? Condividilo sui social:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani connesso

Leggi anche:

Te Lo Compra Bakeca

Bakeca lancia l’iniziativa TE LO COMPRA BAKECA dedicata agli oggetti più strani ed intriganti che popolano il mondo del compro-vendo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER