Chi di noi non ha mai sentito parlare di reputazione digitale? Ormai viviamo in un’era digitale a tutti gli effetti e la nostra presenza online ha un impatto significativo anche sulla nostra vita professionale.

La reputazione digitale, conosciuta in inglese come “digital footprint”, è diventata un elemento cruciale quando si tratta di trovare un lavoro. In questo articolo capiremo bene di cosa si tratta, perché è così importante e come possiamo gestirla in modo efficace.

reputazione digitale profilo social

La reputazione digitale è l’insieme delle informazioni disponibili online che ci riguardano e che ci raccontano a chi non ci conosce. Queste informazioni possono includere i nostri profili sui social media, le notizie stampa che ci riguardano, i contenuti pubblicati personalmente e molto altro.

La nostra reputazione digitale è come una traccia che lasciamo su Internet attraverso le nostre azioni e i nostri contributi online.

Perché è importante nella ricerca di lavoro?

La risposta a questa domanda è molto semplice. Molti datori di lavoro iniziano la selezione dei candidati cercando i loro nomi online e la stessa cosa può avvenire quando inviamo una candidatura spontanea. La nostra reputazione digitale sarà la prima impressione che loro si faranno su di noi, quindi è importante che sia positiva e professionale.

Gestendo attivamente la nostra reputazione digitale, avremo il controllo sulla storia che vogliamo raccontare di noi stessi. Possiamo evidenziare i nostri punti di forza, le nostre abilità e i successi raggiunti. Inoltre, un profilo online ber studiato riflette le competenze e le esperienze che abbiamo. In questo modo, all’esterno si ha una prova di ciò che abbiamo dichiarato nel curriculum.

reputazione digitale networking

Non per ultimo, una solida presenza online ci espone a un mercato non solo locale, ma anche internazionale. E può aiutare a connetterci con professionisti nel nostro settore, facilitando il networking e aprendo le porte a nuove opportunità.

Come gestire al meglio la nostra reputazione digitale

Per prima cosa, googliamo noi stessi. Effettuiamo una ricerca su Google digitando il nostro nome e studiamo i risultati. Se troviamo informazioni negative o obsolete, dobbiamo considerare l’idea di apportare modifiche o di creare nuovi contenuti positivi.

Lavoriamo, poi, sui nostri profili social, assicurandoci che siano professionali. Eliminiamo o nascondiamo gli eventuali contenuti inappropriati o controversi. Per esempio, LinkedIn è una risorsa preziosa per la ricerca di lavoro. Il nostro profilo dovrà essere completo, con una foto professionale e un riepilogo accurato delle nostre esperienze, come si vede in questo articolo.

reputazione digitale social media

Infine, creiamo contenuti originali. Scriviamo post o commenti su argomenti legati al nostro settore. Questo dimostrerà la conoscenza e l’interesse che nutriamo per il campo in cui cerchiamo lavoro. In questo senso, una buona idea potrebbe essere anche quella di aprire un blog o un sito web personale per trattare tematiche di competenza.

Investire tempo ed energie nella cura della nostra reputazione digitale è un passo importante per costruire il nostro presente e il nostro futuro professionale. Gestirla in modo efficace può aprire porte a nuove opportunità professionali, facilitare il networking e aiutarci a costruire una carriera di successo.

Credits per le immagini: pixabay, geralt, Monoar_CGI_Artist, LoboStudioHamburg, Firmbee, Erik_Lucatero

Daniel Coffaro
Daniel Coffaro