E’ indiana la nuova ultra low cost che costa appena 2.500 euro. Si chiama RE 60 ed è prodotta dal secondo costruttore mondiale di scooter, la Bajaj.

Chiamarla macchina non è facile se la giudichiamo con i nostri standard ma in India rappresenta ancora un sogno che pochi possono permettersi.

Dopo aver comprato le vecchie linee di montaggio della Vespa la Baja oggi produce uno scooter con il suo marchio e rappresenta un colosso che sforna più di un milione di mezzi l’anno e che esporta attualmente in 53 Paesi di tutto il pianeta. Da questa grande esperienza nasce la RE60, lunga come la nostra smart ma più stretta, con un bagagliaio invidiabile e  5 porte. Un record con una nota dolente soprattutto per noi italiani: il motore della RE 60 è infatti un microscopico 200 cc di appena 20 Cv e permette una velocità massima di 70 km/h con un consumo di 36 km/l.

Inoltre, la RE 60 non potrebbe essere omologata da noi perchè non rispetterebbe nessuna prova di crash.

La lezione di minimalismo indiana, tuttavia, non dovrebbe essere ignorata, specie se si considera il fatto che le emissioni sono pari a 60 g/km, esattamente quelle di un’auto elettrica che circola in Italia.

Default image
bakeca