Che vi abbia scelto o che siate stati voi a sceglierla, Parigi è sempre una grande opportunità! Poco importa se avete intenzione di rimanere qualche mese o per sempre, di seguito dei piccoli suggerimenti che speriamo vi aiuteranno nella vostra avventura.

Impacchettare

Prima di imbarcarsi in un trasloco, bisogna capire cosa è utile portare con sé e cosa è il caso lasciare.
Per far ciò vi consigliamo di stilare tre liste:

  • cose utili nell’immediato, devono tutte stare in una valigia grande, considerate tutto quello che vi serve per sopravvivere una ventina di giorni, massimo un mese;
  • cose utili nel lungo periodo, qui c’è tutto il resto che dovrà essere inscatolato e spedito. Per esempio se vi trasferite in estate, le giacche invernali e gli stivaletti anti-pioggia saranno in questa lista. Di questa lista fanno anche parte oggetti d’arredamento in caso abbiate l’intenzione di trasferire anche quelli;
  • cose inutili, questa lista è una buona opportunità per fare pulizia di quello che non vi serve più. Bakeca può essere una grande risorsa per dare un’altra vita a tutti questi oggetti.

Una volta pianificato cosa portare e cosa lasciare, sarà utile trovare qualcuno che sia disposto ad aiutarvi nel trasloco.

Documenti e scartoffie

La Francia ama la burocrazia quasi quanto l’Italia, quindi armatevi di pazienza o di una pallina anti-stress. Ovviamente, tutto sarà più semplice se vi trasferirete già con un lavoro, spesso le aziende si assumono la responsabilità di aiutare i futuri lavoratori con questioni relative all’amministrazione, l’alloggio e l’apertura di un conto in banca. Questo non vuol dire che sarà tutto facile, però avere la possibilità di un aiuto rende sempre le cose più semplici. Se questo non è il vostro caso, niente paura! Potete sempre unirvi a gruppi di expats su Facebook per avere una serie di informazioni sul trasferimento a Parigi. Se avete domande a cui è difficile trovare una risposta, ci sono molte persone pronte a offrire consigli. Questi gruppi sono utili anche, una volta trasferiti, a trovare persone con interessi simili ai vostri e per creare nuove amicizie. 

Scegliere il giusto arrondissement

Prima di approdare nella Ville Lumière cercate qualche informazione sugli arrondissement, i quartieri della città. Sono venti e tutti molto diversi tra loro, vorreste andare a vivere nella hip Marais o nell’alternativa Charonne? Parigi è una grande città e come tutte le grandi città offre la possibilità di vivere in modi e luoghi molto diversi tra loro, cercate di capire cosa fa al caso vostro. 

Una settimana prima di partire è utile cominciare a contattare agenzie immobiliari o inserzionisti privati, così potrete avere già delle abitazioni da visitare appena arrivati in città. La regola d’oro è visto e piaciuto, quindi se un appartamento è imperdibile e rientra nel vostro budget non siate timidi e fatelo presente subito!
Ricordatevi di preparare un dossier, digitale o cartaceo, con i documenti che garantiscono all’affittuario che sarete in grado di pagare l’affitto.
Se siete studenti munitevi di un garante, questo vi darà sicuramente una marcia in più!

Lavorare da remoto

Se avete un lavoro che vi permette di lavorare da remoto e siete stanchi di vedere le solite quattro pareti di casa, Parigi ha moltissimi luoghi e cafè dove poter usufruire di un tavolino e internet al prezzo di un caffè o gratuitamente. 

I nostri luoghi preferiti:

  • La Felicità / Station F, è una food court dove è possibile usufruire di un tavolino fuori dall’orario dei pasti, senza obbligo di consumazione; 
  • The Hoxton Hotel, se avete voglia di un ambiente più raffinato, la zona lounge di questo hotel è quello che fa per voi;
  • Les Pères Populaires, un suggestivo caffè di quartiere che riserva sempre uno spazio per i lavoratori da remoto, i prezzi sono modici e l’ambiente è familiare.

Libri, musei, cinema

Parigi ha un fermento culturale come poche altre città, un assaggio dei romanzi e delle guide inerenti alla città si può trovare nella sezione libri di Bakeca.
Una volta a Parigi molti musei e cinema offrono tessere annuali a prezzi modici che permetteranno l’accesso a cultura e spettacoli.

Come muoversi

Il sistema di trasporto urbano parigino è celebre, le iconiche stazioni della metro ideate da Hector Guimard vi porteranno letteralmente ovunque nel perimetro della città. Oltre al trasporto pubblico però, il comune di Parigi offre anche Vélib’, un servizio di bike sharing a prezzi modici, in questo modo potrete ammirare i bellissimi boulevard e le viuzze pittoresche iniziando ad orientarvi in città. 

Apprendre le français

Negli ultimi anni Parigi ha decisamente un’aria più internazionale rispetto ad un tempo. È possibile sopravvivere bene con l’inglese, la lingua straniera più parlata, ma per vivere a pieno una città è anche giusto e bello impararne la lingua. 
Su Bakeca è possibile trovare persone pronte ad offrire corsi di francese o film e serie per facilitarne l’apprendimento.

Una volta arrivati in città potrete facilmente informarvi presso il sito del comune sui corsi veramente economici offerti dalla municipalità o da associazioni di italiani all’estero come l’Acli. 

Speriamo che questi piccoli consigli vi siano utili per prepararvi al vostro viaggio. Vi lasciamo per citare parole importanti

Se hai avuto la fortuna di vivere a Parigi da giovane,
dopo, ovunque tu passi il resto della tua vita,
essa ti accompagna perché Parigi è una festa mobile
.”

E. Hemingway

Credits:

  • unsplash.com
Immagine predefinita
Ilaria Baggio