L’auto? Agli italiani piace elettrica

Un sondaggio di SWG presentato al Festival Energia Lecce per conto di FederUtility (la federazione che riunisce le aziende locali dell’acqua del gas e dell’energia) parla chiaro: il 70% gli italiani ha dichiarato la propria disponibilità a comprare un’auto elettrica. Molto di più: un automobilista su dieci la comprerebbe subito se fosse già in commercio. E mentre la metà degli intervistati chiede una buona autonomia chilometrica e più stazioni per la ricarica, da qualche giorno è entrato in vigore un provvedimento dell’Autorità per l’Energia che elimina i vincoli normativi che ostacolavano la predisposizione di eventuali punti di ricarica anche presso la propria abitazione. Da oggi insomma sarà possibile ricaricare la propria auto direttamente in garage.

Un altro tema toccato dal sondaggio SWG è quello degli incentivi e della tutela ambientale. Secondo i dati del sondaggio il 45% degli automobilisti italiani chiede incentivi pubblici e uno su quattro vorrebbe che lo stato agisse sul prezzo finale, per equipararlo a quello delle altre auto in commercio. Infine tra chi non esclude la possibilità di acquistare un’auto elettrica, quasi la metà (il 48%) spiega che lo farebbe per motivi di tutela ambientale. Insomma: l’energia sostenibile sta finalmente diventando un tema fondamentale per i cittadini italiani. La tendenza è confermata anche da Bakeca.it che nell’ultimo periodo ha registrato un aumento della ricerca di questo tipo di veicoli nella sua sezione Motori. Eppure per adesso le auto elettriche sono una realtà solo nelle città di Milano e Brescia, e anche a Roma e Pisa dove i comuni hanno siglato accordi con Enel. Mentre nel resto d’Europa e soprattutto in America il mercato è già maturo.

Viaggi di lavoro: qualche consiglio

Sei una persona che viaggia spesso per lavoro? Il blog PrimaDiPartire elenca questi consigli per ridurre al minimo lo stress dei tuoi viaggi.

Scegliere il modo di viaggiare
Mentre per aria il viaggio è chiaramente l’unico modo di andare per i lunghi viaggi, viaggi più brevi di un paio di centinaia di chilometri potrebbero essere più veloci via treno, autobus o auto. Al momento della decisione, c’è considerare il tempo impiegato per gli spostamenti da e per dagli aeroporti, più il tempo trascorso in coda per il check-in, di sicurezza e partenza. E’ improtante anche tenere conto anche delle condizioni atmosferiche.

Ottenere una patente di guida internazionale
Se si viaggia al di fuori del tuo paese, con una licenza di guida internazionale sarà più facilmente riconoscibile del rispetto alla locale patente di guida. Il costo non è proibitivo e nella maggior parte delle regioni le licenze vengono ottenute facilmente, mostrando la patente locale. Informarsi presso ACI.

Consultare le Mappe prima di partire
Il viaggio è meno stressante se si sa come muoversi. Prima uscire di casa è utile quindi ottenere le mappe della tua città di destinazione. Un approccio si può avere attraverso Google Maps (o street View) e stampare mappe. E consigliato ache inserire le stampe in una cartellina di plastica trasparente: questo potrebbe rivelarsi utile nel momento in cui si sta consultando le mappe sotto la pioggia.

Documenti elettronci al posto delle fotocopie
Invece di trasportare pesanti pacchi di opuscoli o lettere di vendita, prendere documenti elettronici su hard drive e farli stampare a livello locale servizio di stampa.

Trovare hotel che si rivolgono a viaggitori d’affari
In genere questi hotel sono attrezzati di tutti i servizi per le persone che generalmente si muovono per lavoro, quindi potrebbero offrire: internet, fax, fotocopiatrice, ecc..

Adattatori e convertitori
Se si viaggia in un paese straniero, ricordati che si può aver bisogno di particolari adattatori di tensione per l’elettricità. Potrebbero anche essere necessari adattatori per accogliere entrambe le spine elettriche e telefoniche jack.

Usare Schede telefoniche
Quando si soggiorna in un hotel, la bolletta del telefono può essere un grande spesa. Il costo di chiamare la famiglia, controllare la propria casella vocale e controllare la posta elettronica è meglio se gestita mediante un telefono chiamando scheda o una carta di credito aziendale.

Controllare il tuo cellulare di servizio
Le società di telefonia cellulare offrono regolarmente nuove offerte. E’ quindi importante verificare che che si sta ricevendo la miglior tariffa per chiamate all’estero.

Proteggersi dai furti
Prima di lasciare casa, fare le copie dei documenti di viaggio (Passaporto, biglietti aerei, assicurazioni di viaggio, carte di credito e di itinerario). Fare una copia e lasciarne un’altra con un contatto a casa. Non dimeneticarsi mai di prendere precauzioni particolari per la carta elettronica in viaggio.

Casa vacanze, consigli per la stipula del contratto

L’estate è alle porte: molti italiani già pensano alle vacanze estive e in alcuni casi ad affittare una casa per un periodo più o meno lungo piuttosto che spendere tanti soldi per il pernottamento in albergo. Ebbene, la stipula di un contratto anche per la casa vacanze è chiaramente la prassi da seguire, in particolare, se la durata di permanenza dell’inquilino nello stabile supera i 30 giorni. Esiste al riguardo un contratto ad hoc, quello di locazione turistica nel quale, tra l’altro, deve essere indicato il corrispettivo pattuito tra le parti e gli oneri relativi ai consumi.

Se invece il periodo di permanenza è inferiore ai 30 giorni, non c’è obbligo di pagamento delle imposte legate alla registrazione del contratto fermo restando che comunque l’Autorità di pubblica sicurezza deve essere sempre informata sulla cessione del fabbricato alla famiglia che vi trascorrerà le vacanze.

Naturalmente a conclusione del contratto occorre saldare tutte le spese che possono essere anche oggetto di pattuizione forfetaria prima che il proprietario dell’immobile consegni le chiavi alla famiglia che trascorrerà le vacanze nell’unità immobiliare.

Ricordatevi inoltre che per evitare ogni disguido e contrattempo a conclusione del contratto è bene che gli inquilini prima di occupare lo stabile controllino che tutto sia perfettamente funzionante; nel caso ci siano malfunzionamenti, o qualcosa che sia guasto o rotto, è bene farlo presente fin dall’inizio al proprietario della casa per evitare che poi a fine vacanza possano nascere dei contenziosi.

Lavoro: qualche consiglio per essere più produttivi

Come segnalato dal blog di KyWeek ci sono dei modi per essere più produttivi sul luogo del lavoro, cercando sempre di dare il massimo (ed ottimizzare anche le proprie forze). Ecco di seguito alcuni consigli e suggerimenti, molto semplici da mettere in pratica che potrebbero portare risultati davvero notevoli nella produttività quotidiana.

  • Creare una lista di priorità. Innanzitutto è necessario segnarsi le cose che dovrebbero essere fatte subito e quelle che si possono rimandare e fare in un secondo momento. Ci si può organizzare anche con qualche software, con un calendario, un’agenda o un planner; anche un post-it potrebbe essere utile per ricordarsi dei compiti più importanti. Qualunque sia il sistema utilizzato l’importante è che funzioni.
  • Evitare di controllare continuamente la casella e-mail. Anche se questo è ovviamente importante, è inutile controllare l’indirizzo e-mail più di tre volte al giorno (ovviamente se il vostro lavoro non richiede di farlo più spesso). Inoltre è utile usare programmi come Outlook o Thunderbird invece di loggarsi nella webmail: potrebbe farvi risparmiare tempo.
  • Non procrastinare. È molto importante ricordarsi che più si ritarda a fare un lavoro tanto più difficile sarà gestirlo in futuro quando ce ne saranno altri con la stessa urgenza che si saranno accumulati.
  • Pulire la scrivania. Può sembrare banale ma una scrivania pulita può fare miracoli nel campo della produttività. Archiviare ordinatamente le scartoffie, tenere in ordine penne, matite ed evidenziatori. Più spazio libero si può avere sulla scrivania più si riuscirà a lavorare bene.

Mutui, le donne li cercano… gli uomini li sottoscrivono

Comprare casa è un passo importante. E per scegliere il mutuo adatto ci vuole molta pazienza. È forse questo il motivo per cui a cercare la migliore offerta per il finanziamento sono soprattutto le donne, anche se poi a sottoscrivere il contratto è l’uomo.

Ad affermarlo, numeri alla mano, è una ricerca di Mutui.it (un comparatore dedicato ai mutui creato da Assicurazione.it), secondo cui sono le donne le protagoniste della fase informativa che precede la richiesta del finanziamento (63% fra quelli che confrontano le tariffe), anche se infine gli uomini a formalizzare la domanda agli istituti di credito (oltre l’80% di chi arriva alla richiesta formale).

Il comparatore di mutui, presentato ufficialmente oggi dopo una fase di rodaggio, ha iniziato la sua attività lo scorso Ottobre. In questi mesi le buone notizie non hanno esitato ad arrivare: ogni mese al compratore online si sono rivolte più di 200.000 persone per fare un preventivo, e, nel solo mese di Aprile le visite registrate sono state circa 380.000 con un’età media di 39 anni. E nel 70% dei casi chi ha richiesto un mutuo tramite il comparatore cercava un finanziamento per l’acquisto della prima casa.

Fra gli Istituti di Credito che già offrono i loro prodotti su Mutui.it sono da segnalare UniCredit, BNL, ING, e Barclays Bank.

Vendita di auto usate: è boom di truffe online

La Commissione giuridica FIA per la tutela dei consumatori ha lanciato l’allarme: è un vero e proprio boom delle truffe on-line nella vendita di auto usate. Auto rubate e rivendute, vetture che non corrispondono alla descrizione, veicoli che sono stati abilmente contraffatti e messi sul mercato attraverso i siti internet dedicati alla compravendita di auto nuove e usate. L’allarme è stato lanciato alla Conference Week”, quattro giorni dedicati al mondo dell’auto e della mobilità globale, con oltre 350 delegati in rappresentanza degli automobilisti dei cinque Continenti.

La possibile soluzione potrebbe essere il sistema di tracciatura per le auto usate, soprattutto per quelle vendute on-line. Occhio quindi alla manutenzione, con annotazione del chilometraggio e ogni intervento meccanico, che varia dal cambio dei pneumatici, alle riparazioni del motore e della carrozzeria. Il sistema è stato sperimentato in Belgio, e con ottimi risultati.

Nel frattempo Bakeca.it (che ha un team che lavora costantemente sulla qualità degli annunci evitando che i nostri utenti siano truffati) consiglia a tutti di seguire delle piccole regole base. Alle volte, per non rimanere vittima di una truffa, basta avere solo un pizzico di buonsenso.

Scrivere un curriculum: le 10 capacità che fanno la differenza

La domanda che molti si pongono nella redazione di un CV è spesso la stessa: quali sono competenze più cercate della maggior parte dei selezionatori e dei recruiter? ProfessionalBlog ne individua 10, definendole «il basic di ogni tipo di professione», sia per chi si affaccia, dopo il diploma o l’università, al mercato del lavoro sia per chi sta pensando di cambiare posto.

Ecco le 10 capacità (Skills) che contano davvero:

  • capacità di comunicare
  • capacità di fare team
  • abilità di leadership
  • capacità di problem solving
  • competenze tecniche nel campo specifico
  • motivazione
  • spirito di iniziativa
  • affidabilità, flessibilità
  • ambizione
  • capacità di lavorare sotto pressione

Ecco perché per aumentare l’opportunità di essere chiamati per il colloquio è necessario puntare su questi punti, sia nel CV che nella  lettera di presentazione. Ma soprattutto, se si ha già sulle spalle una o più esperienze di lavoro è fondamentale dire come quelle esperienze hanno formato una o più di queste capacità e come esse possono essere applicate al nuovo lavoro per cui ci si candida.

Auto e moto d’epoca in mostra a Bologna

In Emilia Romagna la passione per le automobili e le motociclette è molto forte e radicata. In questa regione hanno sede alcune delle case costruttrici più importanti e famose al mondo per le due e le quattro ruote: Ferrari, Maserati, Lamborghini, Ducati, Bimota, Morini, Malaguti, per citare solo le più blasonate. Non è quindi un caso che Bologna sia la sede storica del Motorshow; come non è un caso che il capoluogo emiliano ospiti l’evento dal titolo “Bologna Auto & Moto”, dedicato principalmente ai mezzi d’epoca.

L’appuntamento è al Palanord (via Stalingrado, 81 area Parconord) sabato 22 (ore 9-18) e domenica 23 maggio (ore 9-17).

Oltre alla parte espositiva di automobili e motociclette storiche, che rappresenta sicuramente il punto di forza dell’evento, molto interessante per tutti gli appassionati del settore è l’ampia sezione dedicata ai pezzi di ricambi, accessori, documentazioni tecniche, articoli sempre più rari da recuperare. Inoltre, ci saranno anche espositori con rarità cartacee (foto, poster, libri, ecc.) riguardanti le gare e gli aneddoti dei grandi piloti e delle varie case automobilistiche.

Infine un settore dell’evento sarà interamente dedicato al modellismo statico e dinamico con riproduzioni in scala perfette e curate nei minimi dettagli, vere e proprie opere d’arte.

Bakeca.it sarà presente alla fiera con un suo stand e le sue hostess. Veniteci a trovare!

La locandina dell’evento su Bakeca.it

L’estate fa impennare il lavoro temporaneo

Le agenzie registrano un aumento delle richieste del 5% sul 2009: questa è la novità che viene dai dati registati da Adecco, Metis e Kelly Services.

In particolare sembra che sia proprio l’arrivo dell’estate a far entrare in fermento il mercato del lavoro temporaneo: l’offerta delle aziende (nel commercio, nei servizi, e più in generale in quei settori dove non ci si ferma mai o dove è centrale la ciclicità come il turistico alberghiero) si impenna, facendo riscontrare picchi fino al 30% in più, a seconda del profilo professionale richiesto.

Le più attive sul fronte della ricerca di personale per l’estate, sono proprio le agenzie di fornitura di lavoro temporaneo che, nel Nord Ovest, registrano un incremento medio delle richieste di quel prezioso 5% .

Anche Bakeca.it conferma questo trend di crescita: nello scorso mese le offerte di lavoro postate nel nostro sito di annunci sono aumentate del 34% rispetto all’Aprile del 2009. E non a caso le maggiori figure più richieste sono estetiste, bagnini, animatori, pizzaioli, camerieri, recepionist ed istruttori di discipline sportive. Professioni insomma che vanno a braccetto con la stagione estiva. Seguono a ruota il settore dei trasporti che ha un incremento del 16% e quello degli operatori telemarketing con il 13%.