Natale ristretto: idee di giochi per divertirsi anche in pochi

Questo Natale si prospetta diverso da tutti quelli precedenti: se, da una parte le lunghe tavole imbandite sono un ricordo da rimandare all’anno venturo, dall’altra queste feste offrono la possibilità di trascorrere il Natale con i propri intimi e di dedicare loro del tempo di qualità da passare insieme.


Si sa, non è vero Natale se dopo il pranzo e il pisolino pomeridiano non ci si mette a giocare tutti insieme. Magari la tombola non è più un’idea realizzabile, ma non c’è da disperarsi. Ci sono molti giochi in scatola con cui divertirsi in pochi, anche se manca lo zio che ci vede poco a chiedere se sia già uscito l’87.

Rispolverare i grandi classici

Conosciamo già tutti i must dei giochi da tavolo, come Monopoly, Cluedo, Risiko e Taboo. Ma da quanto tempo ormai non abbiamo fatto un giro nella casa con delitto cercando di trovare il colpevole prima di nostra sorella? Oppure abbiamo cercato in tutti i modi di far indovinare le parole vietate a nostra mamma, che puntualmente non le azzecca mai?


Per coinvolgere anche i più giovani, ci sono alcune versioni più “moderne”: Monopoly in versione Assassin’s Creed per esempio, o Cluedo Harry Potter, per coinvolgere anche il fratellino del nuovo millennio.

Riscoprire le vecchie glorie

Per gli amanti del vintage che cercano qualcosa di più stimolante, non ci si può dimenticare che negli anni ’90 i giochi da tavolo hanno avuto un fascino intramontabile. E tra l’altro, ne sono usciti a bizzeffe.


Basta cercarne solo alcuni per dare l’idea della vastità di giochi in cui ci si può imbattere: Hotel nasce nel 1987, eppure diventare un magnate dell’industria del lusso fa gola ancora oggi.


Se invece siete degli appassionati di Spiderman, Squilibry è quello che fa per voi: bisogna solo scegliere se preferite i ragni verdi o arancioni. Non dimenticate il Rischiatutto, un pensiero per i genitori che ricordano ancora Mike Bongiorno come il presentatore dei presentatori.


Scoprirete che può essere divertente fare un tuffo nel passato, almeno un giorno all’anno.

Buttarsi sulle novità

Se proprio i giochi da tavolo non sono il vostro forte, essere in pochi dà la possibilità di declinare il divertimento anche in modi diversi: per esempio, con dei tornei ai videogiochi.


Vedere vostro padre alle prese con Just Dance o organizzare un vero e proprio campionato di bowling con la Wii può dare al vostro Natale quell’allegria che sembrava ormai persa, soprattutto grazie alle prestazioni dei vostri familiari.


Nel caso invece voleste qualcosa di più impegnativo, nuovo e vecchio allo stesso tempo, perché non provate a buttarvi in un gioco che non avete mai fatto? Gli scacchi, per esempio. Vecchi magari per tutti, tranne che per voi.


Per chiudere un anno difficile e doloroso, ci meritiamo di trascorrere delle feste serene, che siano di buon auspicio per il futuro e che ci regalino quei momenti di intimità con i nostri cari. Anche se in pochi, in fondo, ci si può divertire.


Credits:

  • pixabay.com
Valentina Barzago

Ti è Piaciuto l'articolo? Condividilo sui social:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani connesso

Leggi anche:

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER