Mobilità sostenibile: 5 mezzi per spostarsi in città

monopattino

Non è la prima volta che sentiamo parlare di mobilità sostenibile, ma gli ultimi mesi hanno accelerato il processo. Ora più che mai, infatti, è importante fare attenzione ai mezzi che si scelgono per spostarsi in città. Ad aiutare nella scelta, vengono in soccorso il contributo del bonus bici e il potenziamento delle piste ciclabili, incentivi per la trasformazione urbana.

I vantaggi sono tantissimi, dall’impatto positivo sull’ambiente all’addio al traffico delle 18:00. In più, l’utilizzo di mezzi sostenibili come la bici porta a uno stile di vita più sano e, sul lungo termine, a un gran risparmio: basta bolli, parcheggi, assicurazioni di auto! Insomma, anche il portafoglio ringrazia.

Vediamo insieme quali mezzi si possono acquistare, approfittando del bonus bici.

Biciclette

Una grande invenzione: non a caso, in città come Amsterdam le biciclette sono il mezzo più diffuso per districarsi fra le strade urbane. Per quanto siano più lente rispetto a un’auto, guadagnano in agilità e facilità di trasporto e consentono il viaggio da un punto preciso a un altro.

Negli ultimi anni, è stato rilanciato anche il fenomeno delle e-bike, biciclette a pedalata assistita. Al corpo tradizionale di una bici, fatta di telaio, manubrio, sella e pedali, viene aggiunto un motore elettrico collegato a una batteria: ciò riduce lo sforzo fisico del biker, soprattutto nelle salite o nelle lunghe distanze.

Entrambe le biciclette, tradizionali e non, sono un’ottima soluzione per chi vuole muoversi in maniera sostenibile in città.

bicicletta

Monopattini elettrici

Nelle grandi città europee c’è stato un vero e proprio boom: i monopattini elettrici sembrano essere ovunque. Se da piccoli ne abbiamo sempre desiderato uno, forse ora è arrivato il momento di realizzare quel sogno.

A parte questo, un monopattino può essere una soluzione valida per svariati motivi pratici: primo fra tutti, la portabilità del mezzo. Diversamente dalla bici, infatti, può essere portato in metro, bus o treno senza alcun problema.
Le sue dimensioni ridotte lo rendono perfetto per sostare anche in ufficio o altri locali, evitando così il “problema” del parcheggio.
È un mezzo comodo ed ecologico, consigliato per i piccoli spostamenti in città.

Hoverboard

Tra i mezzi per la mobilità sostenibile acquistabili con il bonus bici, abbiamo anche l’hoverboard, una specie di skateboard elettrico costituito da due pedane con sotto due ruote parallele tra loro.

Meno diffuso rispetto a bici e monopattini, è comunque un’alternativa interessante: si basa su un sistema di auto-bilanciamento e include sensori particolari, in grado di rilevare i movimenti del corpo. Per esempio, inclinandosi a destra, l’hoverboard svolterà a destra; spostando il peso in avanti, acquisterà velocità.
Come il monopattino, è consigliato solo per tratte brevi.

Segway

Simile all’hoverboard, di cui è lo “zio”, il segway ha come caratteristica in più il manubrio al centro della pedana.

Nato nel 2001, è stato da subito un successo. Sicuramente vi sarà capitato di vederne alcuni nelle grandi città, dove vengono utilizzati per accompagnare i turisti nei loro itinerari. L’uso di questo mezzo è semplice e intuitivo: per farlo partire basta inclinare in avanti il manubrio.

Monowheel

Un altro mezzo per spostarsi in città è il monowheel, che rientra nella categoria della micromobilità elettrica, insieme a hoverboard e segway. In poche parole, è un veicolo con un’unica ruota, dotato di un motore con batteria e giroscopio. Quest’ultimo dispositivo fa sì che il monowheel torni sempre al suo punto di equilibrio.

Inoltre, grazie a sensori all’interno delle pedane di appoggio per i piedi, il mezzo percepisce i movimenti del corpo e si sposta in base a quelli. In Italia non sono ancora così diffusi, ma costituiscono un’altra opzione compresa nel bonus bici.

Oltre alla mobilità, di sostenibile deve essere anche la spesa: per questo vi consigliamo di dare un’occhiata agli annunci su Bakeca! Qui sotto potreste trovare qualcosa di interessante:

E per gli appassionati di bici, qui abbiamo raccolto alcuni consigli da tenere a mente quando se ne acquista una usata: https://blog.bakeca.it/bicicletta-cosa-controllare-prima-di-acquistarla-usata/.

Luisa Zhou

Credits:

  • Unsplash

Ti è Piaciuto l'articolo? Condividilo sui social:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani connesso

Leggi anche:

Te Lo Compra Bakeca

Bakeca lancia l’iniziativa TE LO COMPRA BAKECA dedicata agli oggetti più strani ed intriganti che popolano il mondo del compro-vendo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER