Volete cambiare lavoro perchè l’azienda per cui lavorate sta per chiudere o non siete soddisfatti del vostro stipendio oppure perchè il vostro lavoro semplicemente non vi piace?
Ecco come Giulio Cappellini titolare dell’omonima azienda, dovendo venderla, ha dovuto subire un cambiamento molto difficile all’età di cinquantacinque anni: da titolare a direttore creativo. Cambiamento che è riuscito a sfruttare in opportunità facendogli cambiare la prospettiva sul suo futuro e su quel­lo dei suoi figli.

Ma vediamo quali sono i suggerimenti per affrontare il cambiamen­to con successo e con co­raggio:

  • Sii contempora­neo, cioè avere la lucidità di capire quando è il mo­mento di cambiare e agi­re velocemente.
  • Sii sempre coe­rente, riconosci quello di cui sei bravo e quello in cui non lo sei, cercando di rimanere in linea alle tue vocazioni.
  • Lavora con gli altri, condividi i progetti.  Il confronto è positivo e bi­sogna avere la capacità di far appassionare gli altri alle proprie idee e pro­getti.
  • Credici. È molto più facile cambiare professione a trent’anni piuttosto che a cinquanta; l’importante è dare il cento per cento.
  • Reagisci con entusia­smo. Cerca di tenere in considerazione i vantaggi del cambiamento.
  • Sii istintivo. Assumiti i rischi in tempo reale.
  • Abbi continua­mente voglia di cambiare. Devi sempre metterti in discussione professionalmente
  • Nel cambiamento non cancellare la tua storia, quindi il tuo passato.
  • La curiosità come pri­mo motore. Devi aver voglia di scoprire sempre nuove cose e persone.
  • Avere chi ti suppor­ta. Fondamentale è avere qualcuno su cui poter contare nelle fasi di cam­biamento. Non tanto per farsi dare una pacca sulla spalla, quanto perché ti possa aiutare a vedere le cose in maniera critica.

Se leggendo questi dieci consigli vi siete resi conto che il lavoro che fate non è per voi, cominciate ora a dare una svolta nella vostra vita. Iniziate a cercare un nuovo lavoro nella sezione apposita di bakeca.it.

bakeca
bakeca