I vestiti appiccicati addosso. I laghi sotto le ascelle. Il sudore dove non batte il sole. Dite la verità, non passereste tutto il giorno nudi? Se anche a voi è venuta voglia di fare la spesa come mamma vi ha fatti, abbiamo una buona notizia da darvi: in Italia ci sono delle spiagge nudiste meravigliose! E per chi non ci è mai stato e non sa come funziona, ecco tutto quello che bisogna sapere. Vi spieghiamo tutte le regole di una spiaggia nudista.

Il nudismo in Italia: cosa dice la legge?

Cominciamo dalle basi: il nudismo in Italia non è considerato reato. Ma alcune sentenze lo hanno reso illegittimo in spiagge dov’era storicamente tollerato. Esistono tuttora spiagge in cui il nudismo è ben accetto, pur non essendo ufficialmente previsto. Per evitare problemi, però, è opportuno praticarlo solo in spiagge che abbiano ottenuto ufficialmente l’autorizzazione.

Nudismo o naturismo?

Il nudismo è la pratica di star senza vestiti in luoghi pubblici. Non dovete necessariamente essere filosofi per desiderarlo — magari volete solo un’abbronzatura più uniforme. Molte persone che lo praticano, però, abbracciano una filosofia di vita naturista.

Il naturismo è un vero e proprio stile di vita che ha come principale obiettivo l’armonia con la natura. È caratterizzato dalla pratica della nudità in comune allo scopo di favorire un maggior rispetto della persona umana e dell’ambiente. Se vi domandate come comportarvi su una spiaggia nudista, quindi, sappiate che il codice etico di questi luoghi riflette in larga parte i capisaldi del naturismo. Andiamo a vedere quali sono le regole da rispettare.

Il codice di comportamento

1. Rispetto per i corpi

In una spiaggia nudista, la nudità è mezzo per realizzare un contatto più profondo con la natura. Per questo non andrebbe sessualizzata. Fissare qualcuno risulta sempre scortese. Ma se quel qualcuno è nudo diventa inquietante.

Nelle conversazioni con le nuove conoscenze, evitate argomenti inappropriati o invadenti. Discorsi sessualmente espliciti o giudicanti rispetto al corpo altrui non sono ben accetti. Insomma, trattate tutti i corpi con il rispetto che meritano.

2. Evitate le foto

Prima di scattare una fotografia che includa degli sconosciuti, è sempre bene chiedere il permesso alle persone coinvolte. Questo è ancor più vero su una spiaggia nudista, dove bisogna sempre evitare di scattare foto dei bagnanti senza il loro consenso. Il rispetto della privacy è fondamentale in questi spazi: anche nel tuo interesse! Se proprio vuoi scattare delle foto, quindi, cerca di limitarti al paesaggio.

3. Nudità: obbligatoria o no?

Alcune oasi nudiste sono ad “abbigliamento facoltativo“. La scelta di praticare o meno la nudità è lasciata al singolo individuo. Normalmente, questa è la regola sulle spiagge italiani. Ma per favorire un’atmosfera egualitaria e scoraggiare i guardoni, alcune località hanno adottato una politica di nudità obbligatoria. Avviene, ad esempio, in Francia e in Brasile. Prima di visitare una spiaggia nudista, informatevi sulle politiche e le regole specifiche della spiaggia.

Ultima regola: rispettate la spiaggia

Visitare una spiaggia nudista è un’occasione per entrare in profonda sintonia con la natura. È fondamentale, quindi, rispettare l’ecosistema che vi accoglie. Date un’occhiata ai nostri consigli per ridurre il vostro impatto ambientale in spiaggia. E adesso che conoscete tutte le regole non vi resta che sfilarvi il costume!

Foto di giovanni baldoni, Dimitris Vetsikas e Paul Brennan  da Pixabay

Flavia Di Mauro
Flavia Di Mauro