La parola “regalo” viene dal latino “regalis” che significa “regale” o “degno di un re”. Quando siamo in un museo spesso ci viene da dire «Guarda che letto regale» oppure se vediamo un levriero per strada (o qualcuno che se la tira) siamo portati a commentare con «che camminata regale» e a volte aggiungiamo in modo dispregiativo «proprio un principino».

Il regalo, inteso come oggetto donato a qualcuno che ci sta più o meno a cuore, richiama questo significato originario: qualsiasi cosa ci sia nel nostro pacchettino lo consideriamo degno di un re, per questo lo stiamo regalando alla persona che ci sta di fronte. Per noi quella persona ha valore, tanto che ci siamo premurati di andare in un negozio, scegliere, impacchettare, spendere i nostri sudati soldi.

Noi di Radio Bakeca, dopo il lancio di questo podcast con il calendario dell’Avvento, ci siamo presi una pausa e siamo tornati con una domanda: ma che caaavolo di Re o Regine siamo per aver ricevuto a Natale un bagnoschiuma con i brillantini?

Bentornati su Radio Bakeca! Come è andato questo gennaio? Noi in questi giorni abbiamo pensato che il modo migliore per ricominciare l’anno fosse discutere dei regali ricevuti a Natale (anche in ottica San Valentino). Visto che parlando con amici ne sono venute fuori d’ogni, abbiamo fatto qualche ricerca online e abbiamo scoperto che coperte, tazze e addobbi per la casa non sono poi così male, fidatevi, sentite qua cosa abbiamo trovato.

Come ormai sapete, a noi piacciono le storie fuori dal comune per questo a gennaio abbiamo pensato a due puntate dedicate ai regali: tra poco vi parleremo dei regali più strani e costosi mai fatti da esseri umani (gli alieni ancora non ci hanno risposto alle email), mentre nella prossima puntata vi racconteremo di regali assurdi passati alla storia.

Ad ogni modo vi vogliamo rassicurare: noi abbiamo deciso che ricicleremo i regali di Natale più brutti donandoli alle persone che amiamo a San Valentino o mettendoli in vendita su Bakeca.it (perché nel mondo c’è sempre qualcuno disposto a comprare quel candelabro verde fluo o quel nano da giardino natalizio fluorescente anche lui…già!).

Sarebbe bello comunque vedere tra gli annunci del nostro sito il Taj Mahal: ebbene sì, uno degli edifici più famosi al mondo, fu regalato dal sovrano indiano Mughal alla moglie, per celebrare la sua morte. La tomba fu costruita per mantenere la promessa fatta alla donna durante il travaglio del loro quattordicesimo figlio: per costruirla ci vollero 22 anni, 20 mila lavoratori e oltre 1.000 elefanti e bufali per trasportare il marmo. Costo? 32 milioni di rupie indiane che corrispondono a circa 783
milioni di euro. Oggi il suo valore è inestimabile.

Se una tomba vi sembra troppo macabra come regalo, che ne pensate di un diamante? Il Koh-i-noor è stato per tanto tempo il diamante più grande del mondo con 793 carati (oggi superato dal Cullinan, di 3106,75 carati). Il suo nome significa “Montagna di luce” e nel 1839 fu regalato dal principe indiano Dulip Singh alla regina Vittoria. Oggi lo si può ammirare al centro della croce maltese della corona di Elizabeth Bowes-Lyon, conservata nel museo della Torre di Londra. La leggenda vuole che se a possedere la gemma è un uomo questo sarebbe il sovrano del mondo ma avrebbe sfortune inimmaginabili; se invece a possederlo è una donna sarebbe molto fortunata. Secondo noi, con la Regina Elisabetta c’è stato un allineamento particolare dei pianeti e la Queen presto conquisterà la Terra, vivendo per sempre.

Lasciamo perdere veri Principi e principesse, e parliamo di persone “normali”. Ce ne sono alcune che per dimostrare il loro amore comprerebbero la luna, letteralmente: è il caso di questi uomini. Roman Abramovich, uno degli uomini più ricchi del mondo, che ha acquistato all’asta per la sua ragazza la scultura in bronzo “Walking Man I” di Alberto Giacometti per soli 104 milioni di dollari (superando il record di 103 milioni ottenuto per il ritratto di Picasso “Boy with a Pipe”); Anil Ambani, ricco
imprenditore indiano, ha regalato alla moglie lo Yatch Tian valutato 84 milioni di dollari.

Raj Kundra, miliardario inglese, per il primo anniversario di matrimonio ha regalato alla moglie Shilpa Shetty, diva di Bollywood, il 19° piano del Burj Khalifa di Dubai (valore di mercato 950 mila dollari); l’imprenditore Mukesh Ambani, rimanendo umile, ha regalato alla moglie Nita Ambani per il suo 44° compleanno un jet A-319 da 60 milioni di dollari con 180 posti a sedere, un bar, una sala riunione, una sala musica, bagni, un salotto e camere da letto. C’è chi si porta la casa dietro quando viaggia e chi viaggia con un aereo che è meglio di una casa. A queste donne cose costose, a noi ciglia finte per fari dell’auto e guinzagli per galli (esistono, ne abbiamo le prove).

Se vi state chiedendo “Ma questi chi sono?” non temete, adesso è il turno dei soliti idiot…noti. Anche le star del cinema non si tirano certo indietro per sorprendere le persone che amano. Edward e Bella… ah no aspettate, questi non si chiamano così nella vita vera, solo in Twilight… dicevamo, Edward ha regalato a Bella una Tibaldi Bentley Crewe in edizione limitata con il suo nome inciso sopra. E se vi state chiedendo cosa sia una Tibaldi Bentley Crewe è normale. Non lo sa nessuno. È una penna. Non una penna biro da un euro e cinquanta (che costa massimo 7 dollari) ma una più costosa perché ne vale 43 mila.

Kanye West invece è un burlone e all’ex Kim Kardashian ha regalato un pacco con peluche di Topolino, calzini adidas, buono acquisto Amazon di 100 dollari, buono Netflix di 60 dollari, airPod. Il regalo vero? 200 mila dollari in azioni delle aziende citate. Lei ha ricambiato con una Bentley da 750 mila dollari (e per citare Morgana, un podcast che ci piace molto, la risposta di Kim sa di “l’uomo ricco sono io, baby”).

JLo, forse per invidia o forse perché le Bentley in America si trovano al supermercato tra l’ortofrutta e i formaggi, ha regalato al suo amato Ben Affleck una macchina da 300 mila dollari. “Amore stasera cinemino?” è quello che pensiamo abbia detto Justin Bieber all’ex Selena Gomez la sera in cui ha noleggiato l’intero Staples Center di Los Angeles, un’arena con 20mila posti, per guardare Titanic da soli (che poi dai ma chi piange ancora per Titanic? Sono passati 15 anni e sappiamo tutti che Jack su quell’asse di legno ci stava, ci sono studi a riguardo).

Il buon vecchio Mike Tyson regalò all’ormai ex moglie Robin Givens una vasca da bagno, in oro, 24 carati. Prezzo di mercato: 2 milioni di dollari. Da sogni d’oro a bagni d’oro è un attimo, si sarà confuso il poveretto. Se invece come noi alle cene dagli amici vi presentate con una bottiglia di vino, sappiate che anche David Beckham l’ha fatto: ha regalato a Victoria Beckham una bottiglia con l’etichetta “Victoria”. Solo che oltre al vino ha aggiunto anche l’intero vigneto in cui era stato prodotto, per la modica cifra di 10 milioni di dollari. Vi consigliamo di prendere un aperitivo con il buon David, non si sa mai vi offra l’intero locale.

E per concludere questa rassegna di regali strani e costosi come non parlare di uno dei negozi più weird di New York, l’Hammache Schlemmer, che su tre piani espone giocattoli e gadget con prezzi che vanno da 1 a 50 mila dollari. In questo caso vi parliamo di E.R.A.: l’Emotive Robotic Avatar, un androide. Questo giocattolo (sì, un giocattolo da 50 mila dollari) ha uno scheletro in alluminio su cui sono installati ben 19 giunti motorizzati che simulano i movimenti del corpo umano. Tramite il tablet fornito con l’acquisto si possono regolare le luci di occhi e antenne, i suoi movimenti e… il suo carattere (Frase l’uomo bicentenario “uno è lieto di servire” o C3P8 “o cielo” o anche Io Robot “un giorno avranno desideri un giorno avranno sogni”).

Tramite un’interfaccia pentagonale si può stabilire il suo umore (felice, triste, arrabbiato, sereno e agitato), un po’ come succede nel film Pixar “Inside Out”. Si possono impostare inoltre dei suoi vocali da riprodurre ogni volta che si clicca il pulsante relativo. Insomma: può diventare il perfetto C3P8 che tutti vorremmo oppure il compagno adatto per il nostro tanto amato Emilio è meglio, (e sul nostro sito ne trovate alcuni in vendita se vi interessa fare un tuffo nei ricordi, so che preferite comunque un Emilio è meglio. Lo vorremmo tutti).

Cosa ne pensate? Certo, ricevere un diamante, un vigneto, un robot ultra costoso è sicuramente molto più avvilente che un camion dei pompieri giocattolo quando hai quindici anni, oppure un rasoio quando ne hai dieci o un bagno schiuma glitterato quando non sei un unicorno. Secondo noi è tutta questione di scegliere le giuste amicizie: per esempio come il re di Bollywood Shahrukh Khan che a tre suoi amici ha regalato una BMW serie 7 ciascuno per Natale. A noi Batmobili lego e a loro BMW, ma sempre quattro ruote sono, non attacchiamoci ai dettagli!

P.s. Tutti i regali brutti citati nell’episodio sono stati veramente ricevuti dalle persone della nostra redazione o da conoscenti: se vi interessano, li trovate in vendita su Bakeca.it così potete iniziare la vostra collezione di oggetti strani!

Bibliografia e crediti:

  1. Metallirari.com
  2. Fashionaut.it
  3. Focus.it
  4. Passaporto-futuro.com
  5. Wikipedia
  6. Freepik
  7. Europair.com
  8. s.yimg.com
Giada Guerreschi
Giada Guerreschi