Eccoci con un nuovo articolo della nostra guida ai mestieri. Oggi parliamo di logistica, che è il motore silenzioso di molte industrie. Nel cuore di questo mondo c’è una figura professionale spesso sottovalutata ma fondamentale: il mulettista.

Gestire il flusso di merci all’interno di un magazzino o di un area di produzione richiede non solo forza fisica ma anche precisione, attenzione e responsabilità. Vediamo allora di che cosa si occupa nello specifico un mulettista e quali sono i passaggi per intraprendere questa professione.

La formazione di un mulettista

Diventare un mulettista è un percorso che varia a seconda delle esigenze dell’azienda e della legislazione locale.

muletto

Generalmente, è necessario possedere un’attestazione specifica che certifica la capacità di guidare il muletto in sicurezza, ottenibile attraverso corsi professionali. Questi programmi formativi forniscono le competenze tecniche e insegnano le normative sulla sicurezza sul lavoro.

In molte città esistono centri di formazione specifici. È bene sapere che questo lavoro rientra tra quelli per cui non è necessaria una laurea, ma invece bisogna possedere la patente di tipo B.

Competenze e responsabilità del mulettista

Esistono diverse tipologie di mulettista, a seconda del macchinario utilizzato, e principalmente si possono suddividere in mulettista da interno o da esterno. Nella prima categoria rientrano i mulettisti con carrelli elevatori e i macchinisti da magazzino. Nella seconda abbiamo l’uso dei muletti telescopici (con caratteristiche simili alle gru) e i macchinisti edili.

macchinisti edili

Il mulettista deve avere una buona conoscenza dei processi logistici, una capacità di organizzazione del magazzino e deve saper gestire le priorità di carico e scarico merci. La manutenzione di base del mezzo è altrettanto fondamentale, così come la capacità di lavorare con attenzione e prudenza per garantire la sicurezza propria e degli altri.

Tra le soft skill rientrano la predisposizione all’ordine, la capacità di lavorare in team e una certa abilità di comunicazione. Anche la capacità di calcolo agevola, velocizzando il controllo del numero di colli ricevuti o da inviare e dell’inventario.

Sbocchi professionali e prospettive di carriera

Il ruolo del mulettista è richiesto in numerosi settori: dalla produzione all’edilizia, dall’agricoltura all’industria alimentare. La domanda di professionisti qualificati è costante e spesso si ricerca personale capace di adattarsi a diversi ambienti di lavoro.

Lo stipendio medio in Italia per il 2022 che può percepire un mulettista è di circa 21.000 euro lordi. Ma bisogna considerare che l’esperienza come mulettista può aprire la strada a posizioni di maggiore responsabilità, come capo magazziniere o responsabile della logistica.

mulettista

Con queste informazioni possiamo valutare se quello del mulettista può essere un mestiere adatto a noi. E se non lo fosse, possiamo sempre dare uno sguardo agli ultimi articoli sui mestieri come per esempio il deejay e il collaboratore scolastico.

Credits per le immagini: unsplash, Pickawood, AFINIS Group, Uiseon Kim, Sebastian Enrique

Daniel Coffaro
Daniel Coffaro