Consigli per viaggiare in maniera indipendente, in sicurezza e in libertà

Quest’anno molti decideranno di viaggiare e di trascorrere le proprie vacanze estive in Italia: i numeri stimano circa l’80%. Poco importa, visto che stiamo parlando di uno dei paesi più belli al mondo, che vanta sul suo territorio distese d’acqua cristallina, ampie spiagge e opere d’arte uniche.

Una recente indagine ha confermato che tra gli italiani che decideranno di non andare all’estero un buon 25-30% adotterà soluzioni outdoor per dormire o, in ogni caso, cercherà di viaggiare in maniera più autonoma possibile.
Cosa significa? Che è arrivato il momento di affittare (o comprare) un camper oppure di scegliere di alloggiare in una casetta, magari fronte mare.

Che ne pensate? Ecco alcuni suggerimenti per chi vuole viaggiare in totale libertà (e con un pizzico di avventura in più).

Noleggiare un camper

Viaggiare con tutta la famiglia spesso richiede grossi sforzi organizzativi. Comprare un biglietto aereo, ad esempio, a volte è molto dispendioso e trovare mezzi di trasporto che conducano dall’aeroporto alle località turistiche può diventare una lotta all’ultimo sangue. Si tratta di viaggi da organizzare con largo anticipo e da definire in ogni singolo dettaglio. E se quest’anno non ne avessi voglia? Affittare un camper potrebbe essere la soluzione: totale libertà di spostamento, zero stress da “bagaglio a mano” e possibilità di risparmiare sull’alloggio. Esistono, infatti, tantissime strutture che permettono di parcheggiare il proprio mezzo in aree attrezzate e poterci dormire all’interno. Quali sono i vantaggi? Potersi spostare in lungo e in largo una volta arrivati alla meta scelta, avere la possibilità di visitare luoghi impossibili da raggiungere senza auto e dormire (spesso) immersi nella natura. Niente male, no?

Acquistare un camper

Se invece vuoi acquistare un camper tutto tuo (magari usato), tieni a mente alcune nozioni basilari. Prima fra tutte, che ne esistono di diversi tipi, alcuni più simili a furgoni, altri più adatti per lunghi viaggi. Scegli in base alle tue esigenze. Anche se scegli di comprarne uno non estremamente accessoriato, ricordati di controllare che gli elementi essenziali (wc, frigo, pavimentazione) siano in buone condizioni, senza crepe o guasti che favoriscano la dispersione d’acqua. Se ci pensi bene, si tratta di una piccola casa su ruote, non di una semplice vettura. Comportati come faresti se ti trovassi a valutare un’abitazione.

Il camper: un mezzo comodo e pratico per viaggiare.

Affittare una casa vacanza

Quando si arriva in un posto nuovo, è importante, se lo si vuole conoscere a fondo, immergersi nella sua cultura e tradizione. Potrebbe essere un ottimo suggerimento, ad esempio, dormire in un trullo. Una delle mete estive preferite dagli italiani è la Puglia, per il mare limpido, le lunghissime coste e il buon cibo. Il trullo è un tipo di costruzione in pietra, solitamente immersa nelle campagne e che serviva da posto di ristoro proprio per i contadini. Ad oggi, molti di essi sono stati ristrutturati e adibiti ad alloggi dotati di tutti i comfort. Insomma, una vacanza diversa dal solito!

Per quelli più tradizionalisti, invece, esiste anche la possibilità di affittare un “normale” appartamento, con un numero più o meno grande di stanze (a seconda di quanti siete). È pur sempre una soluzione più indipendente rispetto al classico soggiorno in hotel e permette di sentirsi a casa propria pur non essendolo. Inoltre, solitamente abitazioni di questo tipo sono dotate di fornelli e stoviglie utilizzabili, utili per chi vuole prepararsi il pranzo prima di andare al mare.

Casa vacanze: affittarla è una soluzione ottimale per viaggiare questa estate.

Prenotare in un villaggio turistico

Un’altra soluzione utile, anche per chi viaggia in camper, è quella di scegliere un villaggio turistico. Solitamente queste aree offrono la possibilità di sostare con il proprio mezzo all’interno di aree attrezzate oppure scegliere una camera o un mini-appartamento in cui dormire. Il vantaggio di orientarsi verso una soluzione di questo tipo, soprattutto se si viaggia con bambini, è la possibilità di iscrivere gli stessi ad attività ludiche e musicali, prendendosi, intanto, del tempo per sé.

Spesso sottovalutiamo il potenziale che l’Italia cela tra i suoi piccoli borghi, lungo le sue scogliere, i profumi delle sue colline. Innamorarsene non sarà affatto difficile (per chi non lo fosse già). Buon viaggio!

Gloria Ferrari

Credits:

  • Pixabay

Ti è Piaciuto l'articolo? Condividilo sui social:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani connesso

Leggi anche:

Te Lo Compra Bakeca

Bakeca lancia l’iniziativa TE LO COMPRA BAKECA dedicata agli oggetti più strani ed intriganti che popolano il mondo del compro-vendo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER