Il tour attraverso l’Italia procede… e riaffiorano vecchi ricordi

Cara Jane,

il giorno del mio trentesimo compleanno è stato incredibile. Le radio annunciavano pioggia e code per lavori in autostrada, ma, in realtà le cose sono andate meglio del previsto e in mattinata eravamo nella splendida Bari.

Ricordi le lunghe passeggiate sul lungomare con il nonno Mario? Forse eri troppo piccola, ma una volta ci disse che sarebbe stato bello avere una ruota panoramica in città. Beh, ora c’è.

All’alba mentre guardavamo la città risvegliarsi, ho ricevuto la prima chiamata della giornata. Mi dispiace dirlo, ma quest’anno, colpa del fuso orario non sei stata la prima a farmi gli auguri. I primi sono stati zia Anna e zio Piero. Ignorando il fatto di essere a pochi chilometri da loro, mi hanno raccontato tutti gli avvenimenti dell’ultimo mese.

Zio Piero mi ha confessato che zia era molto abbattuta perché pochi giorni prima, mentre era al supermercato, qualcuno le ha rubato la splendida bicicletta rossa del ’75. Ero rammaricato e sarei andato di corsa ad abbracciarla ad Alberobello, ma dovevo restare a Bari per qualche ora. Dovevo acquistare dei regali per loro.

Ogni volta che penso a zio, lo immagino mentre ci riunisce intorno alle torte di compleanno per immortalarci con la sua Polaroid 635. Ricordo anche quando si ruppe durante la comunione di Roberto. Fu colpa di una pallonata che rifilai alla macchina fotografica e al povero zio. Quanto mi dispiacque, mamma si arrabbiò tantissimo mentre tu ridevi (Sei la solita :P).

Avevo trovato su Bakeca.it, un modello identico proprio in città. Era arrivato il momento di riportare la Polaroid 635 a casa. Rosa, la proprietaria ci aspettava in mattinata per la consegna. Suo padre era un collezionista di Polaroid.

Mentre aspettavo la sua consegna, Andreas era pronto ad un altro acquisto. Dopo aver ascoltato la triste storia di zia Anna, da amante delle biciclette, era andato su Bakeca.it, dove da poco tempo è presente la sezione dedicata alle bici. Così, ha trovato una Legnano bianca del ’75 in ottime condizioni e ha prontamente contattato il venditore. Dopo due ore, era in giro per Bari con una nuova bicicletta.

Alberobello resta unica con i suoi Trulli tra la Valle d’Itria. I ricordi riaffioravano alla mente ad ogni sguardo fuori dal finestrino mentre raggiungevamo la casa degli zii. Naturalmente, la sorpresa è riuscita. Zia Anna ha pianto per ore dall’emozione e zio Piero ha raccontato ad Andreas tutte le nostre avventure familiari.

Dopo pranzo, c’erano tutti gli amici di famiglia. Ti ricordi di Ilde, la nostra dirimpettaia o di Domenico, il nostro amico d’infanzia? Sai, ora è un pasticciere e mi ha portato una torta per spegnere le trenta candeline. Non c’era un momento migliore per regalare a zio Piero la Polaroid. È stato magnifico, come tutto il resto del weekend. Quest’estate dovresti tornarci anche tu.

Andreas ha passato tutta la notte a riverniciare di rosso la Legnano bianca per zia Anna. Come puoi immaginare, alla sua visione, ha pianto per altre due ore.

Ora vado, Andreas chiede il cambio alla guida. È stato bello tornare a casa ma mancava Roberto. Il prossimo weekend andrò a trovarlo a Trieste.

Ciao sorellina,

Luca

P.S. Domenico ti aspetta quest’estate 😊 😊

Matteo Di Venere

Credits

  • cover: Leah Kelley su Pexels
bakeca
bakeca