A chi non è capitato di avere un oggetto da vendere, di aver pubblicato un annuncio e di non essere riusciti a liberarsene? A tante, troppe persone. E poi c’è chi riesce a vendere anche cianfrusaglie perché le piazza sulla rete nel modo giusto.


Due consigli rapidi: 

  1. qualsiasi cosa tu voglia vendere, quanto più sarai dettagliato nella descrizione dell’oggetto, tanto più gli acquirenti si fideranno di te evitando di riempirti di domande a cui potrai rispondere nella descrizione stessa (anno di acquisto, periodo di utilizzo, eventuali danni, caratteristiche tecniche del prodotto ecc.)
  2. non pubblicare mai un annuncio senza foto

Di seguito ti daremo qualche dritta per fare, nel minor tempo possibile e senza essere necessariamente professionista, le foto perfette per un annuncio.

OGGETTI PICCOLI

Se l’oggetto che vuoi vendere è piccolo per esempio come un cellulare o un libro, o un tablet o una borsa, la procedura per lo scatto perfetto è abbastanza semplice.


Innanzitutto pulisci l’oggetto: qualsiasi cosa sia, se vuoi venderla, non va presentata in modo sciatto. Se è un cellulare pulisci lo schermo, se si tratta di un paio di scarpe lucida le suole, e così via. Un oggetto ben curato al di là di quanto sia stato usato invoglia di più all’acquisto.


Scegli un luogo della casa dove batte il sole, o una stanza che sia molto luminosa: anche le luci artificiali vanno bene. L’obiettivo è non utilizzare il flash (che può creare riflessi e ombre fastidiose), far sì che la foto venga chiara e l’oggetto si veda bene.


Se hai una macchina fotografica tanto meglio, ma gli smartphone per questo tipo di foto vanno benissimo, quindi non temere: usa pure il tuo cellulare.


Scegli uno sfondo per l’oggetto che sia pulito e libero. Il ripiano di un mobile senza che vi siano altri oggetti su come il pavimento o il tavolo, insomma qualsiasi cosa che abbia un colore uniforme e che non preveda la presenza di altri oggetti. Se l’intento è venderne uno, le foto fatte con altre cose sullo sfondo messe alla rinfusa, magari sfocate, a volte vengono scartate a priori.


Un trucchetto: un modo semplice per far risaltare l’oggetto è utilizzare un foglio di carta. Se bianco, meglio ancora. Se posi l’oggetto sul foglio e lo fotografi stando nei bordi del foglio stesso, le immagini saranno ordinate, professionali e l’oggetto risalterà maggiormente!


Attenzione: una foto non basta. Quante più ne fai ritraendo l’oggetto che vuoi vendere da ogni angolatura (difetti inclusi), tanto più chi lo acquista si sentirà rassicurato dello stato del prodotto.

OGGETTI GRANDI

Se l’oggetto che vuoi vendere è grande, prendiamo un armadio, un quadro o uno scooter, la procedura è diversa ma i principi sono simili ai precedenti.


Se hai la possibilità di fotografare l’oggetto in uno spazio aperto è ottimo.


Nel caso di uno scooter, per esempio, la luce naturale permetterebbe di visualizzare al meglio il prodotto. Prodotto che, ricordiamo, va sempre pulito prima di essere fotografato. In questo caso lo si potrebbe issare sul cavalletto o in uno spazio aperto, possibilmente non la strada dove sono parcheggiati altri veicoli o il garage pieno di cose. Ecco, un giardino va più che bene.


Nel caso di mobili è raccomandabile svuotarli e pulirli prima di fotografarli. Come se tornassero a essere nuovi, inutilizzati, così da renderne più chiari gli spazi e i dettagli.

Quindi, ricapitolando

Qualsiasi sia la dimensione dell’oggetto, fai sempre attenzione allo sfondo della fotografia e alle luci.


Non usare lo zoom perché rischi di sgranare la fotografia. Piuttosto avvicina l’obiettivo all’oggetto.


Quando carichi le foto sul sito di compra-vendita per l’annuncio, assicurati che non siano a bassa risoluzione: non devono essere piccole ma devono consentire dallo schermo di visualizzare bene il prodotto.


E se venderai più oggetti, facci sapere!


Credits:

  • unsplash

Default image
Bakeca
La redazione di Baklog, il nuovo blog di Bakeca, è qui per condividere nuove storie, approfondimenti, consigli, notizie, tendenze, eventi e tanto altro