Siete statə al mare, in montagna e in pianura; avete fatto i bagni, le passeggiate e le cene fuori; avete mangiato, ballato e dormito; avete fatto a meno della sveglia, di mettervi le scarpe, di leggere il calendario. …E ora? Ora si torna a lavorare e già siete nel panico. 

Ma non è il caso di stressarvi prima ancora di cominciare, no? Ecco quindi sette consigli utili per rientrare al lavoro dopo le vacanze.

1 Chi dorme piglia i pesci

Il primo consiglio che vi diamo è: Dormite! Non sacrificate il sonno per andare a lavorare, concedetevi un po’ di relax. Se la mente e il corpo sono stati abituati a dormire otto ore a notte, non dormitene improvvisamente cinque. Evitate gli scossoni e passate magari a sette e mezzo. Poi si vedrà.

2 Chi ha tempo aspetti il tempo

Quando è meglio rientrare nella propria città, nella propria casa, nella propria quotidianità? Il consiglio che vi diamo è di non tornare la domenica a mezzanotte se il lunedì successivo dovete alzarvi alle 6 del mattino per andare a lavorare. In generale, concedetevi almeno un giorno di decompressione (ma se potete anche di più).

3 L’ozio non è il padre dei vizi

Sempre per il discorso per cui è meglio tornare alla normalità in modo graduale, meglio non affollare subito l’agenda con le cose da fare. Concedetevi delle ore in cui potete dedicarvi a ciò che vi piace, magari cose che facevate anche in vacanza, oppure altre che potete fare nel rinnovato contesto quotidiano. E se siete persone coraggiose, potreste anche concedervi di non fare proprio nulla.

4 Una mela al giorno attira il medico di turno

Se durante le vacanze vi siete giustamente fattə viziare dal cibo e dal bere (mattacchione e mattacchioni), allora forse non vi fa bene continuare abbuffarvi. Del resto, vi sconsigliamo vivamente delle diete drastiche. L’ideale sarebbe quello di mangiare in modo equilibrato concedendovi almeno tre pasti al giorno. Casomai, si potrebbero diminuire un po’ gli zuccheri…  ma un gelatino ogni tanto chi ve lo toglie? Noi no.

5 Chi la dura non la vince

Non è il momento di fare sforzi, carə amicə di Bakeca. Né fisici, né tantomeno mentali. Vi consigliamo quindi di riprendere a fare sport ma con moderazione. …Troppo impegnativa la corsetta? Cominciate a camminare e poi in caso aumentate il passo. Troppo faticoso sollevare i pesi? Allora meglio degli esercizi a corpo libero. Ricordate comunque di coccolarvi dopo ogni allenamento (i modi per farlo li conoscete solo voi).

6 Le disgrazie non vengono mai al sole

Finché le temperature lo consentono, il nostro consiglio è quello di stare all’aria aperta il più possibile. Soprattutto se avete passato le vostre vacanze al sole, ma anche no: il sole fa sempre bene… Ci irrobustisce le ossa, ci rigenera la pelle, ci cura dai dolori muscolari e (grazie alla serotonina) ci fa pure felici. Toh.

7 Mal comune, nessun gaudio

L’ultimo consiglio che vi diamo per ricominciare a lavorare dopo le vacanze senza stress è molto semplice: non considerate il rientro qualcosa di negativo. Ok, adesso comincerete a ridere come se fosse assurdo, e forse è così. Ma il punto è (attenzione, entriamo nel filosofico, giusto un pochetto): la vita è fatta a cicli, ci sono periodi in cui si lavora e periodi in cui si va in vacanza. E se inizia qualcosa ne finisce un’altra. Invece di pensare in negativo, quindi (tipo che la vacanza è finita e sta per cominciare un inutile tedio nonché strazio nonché fatica)… non potreste provare un po’ di entusiasmo per la nuova fase professionale che sta per cominciare? Giusto un po’, eh. E se proprio non vi riesce, potreste tenervi vivi programmando la prossima vacanza. 

Credits per le immagini: pixabay.com, PixelAnarchy, 849356, meineresterampe, nicolagiordano, JillWellington

Teresa Lucente
Teresa Lucente