Tiktok sta spopolando: come forma di intrattenimento, relax, vetrina per il proprio business, motore di ricerca, piattaforma per lavorare.

Tutti ne parlano ma pochissimi sanno come funziona: un video può diventare virale anche se hai tre follower, mentre se ne hai 100.000 non è detto che ogni tuo video superi le 1000 visualizzazioni.

Proviamo a capire come funziona.

L’algoritmo

A differenza degli altri social, l’algoritmo di Tiktok è molto più avanzato. Come funziona? Per capirlo basta dare un’occhiata alla sezione “Cerca” che trovi in alto a sinistra con il simbolo di una lente.

Ti si aprirà una schermata come quella sotto in cui non solo vedrai le tue ultime ricerche, ma la piattaforma ti suggerirà gli argomenti in trend dell’ultima ora. Quelli con il simbolo del fuoco, inoltre, sono gli argomenti più discussi tramite video, commenti, interazioni con i profili dei tiktoker.

Ma le capacità dell’algoritmo non finiscono qui. Se ti fermi per più di tre secondi su un video o interagisci in qualche modo con un contenuto, Tiktok ti mostrerà più video simili a quello che ti è piaciuto. Come fa?

Anche Tiktok lavora in ottica SEO.

Ottica SEO su Tiktok

Il termine SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization, cioè è quella tecnica di scrittura tipica del web che ti permette di indicizzare i tuoi contenuti testuali sui motore di ricerca come Google.

Anche in questo articolo la stiamo utilizzando: per fare in modo che più persone leggano il nostro approfondimento abbiamo inserito nel testo delle parole chiave, in modo che Google capisca di cosa stiamo parlando e possa suggerire il nostro articolo alle persone interessate.

Tiktok lavora nello stesso modo: per questo motivo è necessario inserire un titolo all’inizio del video che ne descriva il contenuto perché in questo modo il social saprà l’argomento principale del vostro video.

Non solo: se il vostro video è discorsivo, ricordatevi sempre di mettere i sottotitoli tramite la funzionalità automatica della piattaforma. Questo perché se li create direttamente su Tiktok, il social capirà in maniera più approfondita il vostro contenuto e potrà proporlo agli utenti.

Per capire se un contenuto su Tiktok è ben indicizzato, scegliete uno dei vostri video e guardate la barra di ricerca che compare sopra (come nell’esempio qui sotto, il nostro video parla di trovare lavoro online):

Se la scritta rispecchia il macro-argomento del vostro video, allora avete fatto un buon lavoro. In alternativa, state più attenti per i contenuti successivi.

I trend

Per avere un profilo a regola d’arte, non basta fare semplici video, bisogna conoscere al meglio il linguaggio della piattaforma. Una delle migliori vie per la viralità è sfruttare i trend.

I trend sono dei format di video che in un determinato momento del giorno o della settimana vengono utilizzati da tutti. Possono esserci:

L’ideale è utilizzare queste onde, che portano visualizzazioni, adattandole al proprio profilo: per esempio se hai una piccola attività di artigianato, potresti sfruttare il filtro Barbie per mostrare i tuoi prodotti, o far vedere il processo di creazione utilizzando la modalità Wes Anderson. L’importante è essere creativi e adattare il trend alla propria personalità.

Il linguaggio su Tiktok

Da non sottovalutare è il linguaggio che si utilizza. Una volta trovata la tua nicchia (cioè i clienti che vorresti avere e l’argomento della tua azienda) devi assumerne i modi di dire e fare.

Facciamo un esempio. Ryanair sul profilo scherza con i suoi follower mostrando tutte le sue contraddizioni (per esempio i sedili stretti), e lo fa perché gli utenti, nonostante si lamentino di Ryanair continuano ad acquistare i biglietti per il rapporto qualità-prezzo.

Oppure se vuoi diventare un gamer, scopri cosa fanno i creator più famosi del settore.

Per studiare al meglio gli hashtag, i trend e i linguaggi utilizzati puoi dare un’occhiata al Creative Center di Tiktok, che permette anche senza iscrizione di cercare le ultime tendenze di ogni settore divise per nazione.


Ora che avete capito come funziona, potete iscrivervi! E se vi può interessare: noi stiamo cercando content creator!

Giada Guerreschi
Giada Guerreschi