I nostri consigli per candidarsi a un lavoro in tutta sicurezza

Noi di Bakeca abbiamo a cuore le vostre ricerche lavorative, con l’obiettivo fisso di avere un livello qualitativo il più alto e soddisfacente possibile.

Ogni giorno il nostro staff qualità controlla tutti gli annunci che vengono caricati su Bakeca, qualche migliaio distribuito tra le varie categorie proposte. Il servizio di pubblicazione da parte degli utenti è istantaneo, a cui segue l’attento controllo sopracitato; in questo arco di tempo (brevissimo) può capitare che alcuni annunci truffa restino visibili… prima di essere eliminati. Leggi tutto “I nostri consigli per candidarsi a un lavoro in tutta sicurezza”

Vantaggi e svantaggi del lavoro in ufficio

Tra le varie tipologie di lavoro, quella in ufficio è senza dubbio una delle più diffuse… come tutti i contesti lavorativi, anche questo ha sia lati positivi che lati negativi

Sei in fase di ricerca lavorativa e ti stai chiedendo se sia meglio lavorare in un ufficio, ovvero in un luogo ben definito, con scrivanie e computer, in cui trascorrere circa 8 ore della giornata, oppure in un altro contesto, magari più dinamico, all’aria aperta, da casa o con poca sedentarietà? Leggi tutto “Vantaggi e svantaggi del lavoro in ufficio”

I consigli per lavorare all’estero

Stai per intraprendere un’esperienza lavorativa all’estero per allargare i tuoi orizzonti e migliorare con le lingue straniere?

Se stai pensando di varcare i confini italici per trovare o iniziare un nuovo lavoro sappi innanzitutto che sei in buona compagnia… secondo gli ultimi rapporti datati 2017, gli italiani che si sono trasferiti per lavoro in Europa o nel mondo sono circa 5 milioni! Leggi tutto “I consigli per lavorare all’estero”

Come trovare lavoro su Bakeca

La ricerca di un nuovo lavoro è un’attività complicata e che richiede tempo, capacità e una buona preparazione tra la stesura del curriculum, la selezione delle aziende da contattare e l’allenamento ai colloqui da sostenere.

Bakeca ti aiuta in questo processo tramite una sezione specifica denominata Annunci di Lavoro che, attraverso vari filtri, ti permetterà di raggiungere risultati il più vicino possibile alle tue esigenze. Leggi tutto “Come trovare lavoro su Bakeca”

Smart working: lavorare da casa è già il presente

E’ di inizio anno l’approvazione del disegno di legge sul lavoro agile, il cosiddetto smart working. Ovvero “una modalità flessibile di lavoro subordinato, che può essere svolto in parte all’interno dei locali aziendali e in parte all’esterno, utilizzando strumenti tecnologici, seguendo gli orari previsti dal contratto di riferimento e prevedendo l’assenza di una postazione fissa durante i periodi di lavoro svolti all’esterno dei locali azienda”. Leggi tutto “Smart working: lavorare da casa è già il presente”

Lavoro e flessibilità: tu da che parte stai?

Einstein sosteneva:

“È nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera se stesso senza essere superato”

Possiamo dargli torto in un momento particolare come questo?

Ed è proprio da questa crisi economica che nasce il lavoro flessibile, una nuova forma di attività che permette al dipendente di bilanciare il proprio impiego con la vita privata.

Visto in questa prospettiva potrebbe apparire come una sorta di “isola felice”, ma come in qualsiasi contesto bisogna valutarne i pro e i contro.

Tra i diversi aspetti positivi emerge l’agevolazione dell’ingresso nel mondo del lavoro:  i giovani, quando escono dal percorso di studi, fanno fatica a trovare da subito un impiego a tempo indeterminato, per questo motivo un lavoro flessibile potrebbe rappresentare un passaggio iniziale per trovare un impiego fisso. Sicuramente il lavoro flessibile porta diversi vantaggi sia dalla parte delle aziende, sia dalla parte dei lavoratori, le prime sempre più propense a richiedere figure professionali momentanee in base all’esigenza della stessa, i secondi riescono ad organizzare in maniera ottimale la propria vita privata avendo a disposizione più tempo.

Ma cosa nasconde l‘altro lato della medaglia?

Indubbiamente a queste nuove richieste di mercato consegue un nuovo adattamento da parte del lavoratore che, purtroppo, non avendo più la certezza dell’impiego fisso deve essere pronto a cambiare professione ogni volta che l’esigenza lavorativa lo richiede. Questa impossibilità di programmare il futuro rischia di sfociare nel precariato, accrescendo così l’incertezza sul piano professionale.

Di fronte a questo recente panorama lavorativo è necessario un nuovo adattamento della mentalità del lavoratore.

Se prima l’ingresso nell’attività lavorativa segnava il raggiungimento di una stabilità economica certa, ora rappresenta solo l’inizio di una serie di incertezze e di nuovi adattamenti.

Il consiglio che possiamo dare: abbiate una mentalità aperta e siate flessibili.

Articolo redatto da PRime-Italy, Associazione di Comunicazione e Organizzazione Eventi formata da studenti universitari di Torino

http://prime-italy.org/blog/