Surroga: tutto quello che devi sapere

Cosa vuol dire surrogare? La parola dice già tutto: una surroga è un vero e proprio cambio e, nel caso dei mutui casa, è il passaggio da una banca ad un’altra.

Chi decide di surrogare, infatti, ha prima confrontato le offerte preventivo di un nuovo istituto di credito con le condizioni con cui precedentemente ha stipulato il mutuo per l’acquisto di un immobile e, una volta deciso di passare ad una nuova banca, ha cambiato i vari parametri del mutuo, senza però modificare il tipo di finanziamento stipulato in origine. 

Vediamo insieme in cosa consiste la surroga. Nel dettaglio, i parametri che si possono modificare sono molteplici, in primo luogo la tipologia di tasso (da fisso a variabile e viceversa), oltre allo spread applicato, la presenza del cap e la durata del mutuo. L’unico aspetto che non può essere cambiato è l’importo del mutuo e la figura del garante.  Quest’ultimo molto facilmente è propenso alla surroga in quanto, in caso di insolvenza da parte del debitore, si troverebbe a risarcire la banca con condizioni migliori rispetto alle precedenti.

La surroga può essere attiva o passiva nei confronti della banca. Si tratta di surroga attiva per il nuovo istituto di credito mentre è passiva per il vecchio dal quale ci stiamo separando, senza necessariamente un preavviso. La nuova banca può richiedere tutti i documenti necessari per procedere al cambio, ha dovere di farsi carico dei costi e di garantire totale trasparenza nei confronti del consumatore.

La surroga può essere anche bilaterale o trilaterale. Nel primo caso i soggetti coinvolti sono il debitore e la nuova banca, nel secondo caso è previsto anche un ruolo per la banca surrogata che dà l’ok all’estinzione del mutuo.

Che differenza c’è da sostituzione e rinegoziazione? Con sostituzione si intende un vero e proprio nuovo contratto che prevede quindi nuove spese(istruttoria, notarili, assicurative), come se si dovesse ri-stipulare un mutuo dall’inizio. La rinegoziazione invece è meno complessa rispetto alla sostituzione ed è semplicemente un tentativo di ottenere condizioni migliori con la stessa banca con la quale si è acceso il mutuo, una specie di surroga con lo stesso istituto senza costi aggiuntivi.

Vuoi inviare una richiesta di surroga? Se non sai qualche banca scegliere, prova a consultare le diverse offerte sul sito comparatore MutuiperlaCasa.com

2 risposte a “Surroga: tutto quello che devi sapere”

  1. Io ho un mutuo da circa 14 anni ne evo pagare altri 6. Mi dicono che non mi conviene ricontrattarlo in quanto ho gia’ pagato gli interessi e ora pago il capitale. Ma e’ proprio vero ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.