Meno impatto, più baratto!

Siamo ormai tutti nati e cresciuti nell’era del consumismo, e ci piace consumare consumare e poi ancora consumare!

Per quanto tempo questo stile di vita potrà ancora funzionare?

Quando andiamo al supermercato ci fiondiamo (giustamente) sulle offerte 3×2, sugli sconti per i soci Scoopps, Conradd, Gigantici e chi più ne ha più ne metta. Tutti questi articoli da supermercato spesso sono ricoperti da tre strati di plastica, inoltre se pensiamo ai processi produttivi e altamente inquinanti delle gigantesche multinazionali e la Co2 che produce il trasporto delle merci su strada o via aerea ogni giorno, verrebbe da dire che siamo spacciati.

No questo non lo si deve dire mai! Anzi i segnali di speranza arrivano proprio da quei comportamenti virtuosi diffusi a livello locale che stanno diventando la norma tra molti cittadini nel mondo che hanno a cuore il pianeta.

Che cosa possiamo fare?

Il riciclo è sicuramente un’azione fondamentale, infatti il corretto smaltimento dei rifiuti, soprattutto della plastica, eviterebbe ad esempio lo scempio presente a largo dell’oceano Pacifico, dove è presente un’isola di spazzatura grande quattro volte l’Italia e pesante 100 milioni di tonnellate.

Km 0, biologico e riscopriamo il baratto

Allora come facciamo a invertire la rotta? Comprando solo prodotti biologici e a Km 0, che fanno tanto bene al nostro organismo per esempio. Chi ha anche solo un metro quadrato di terreno o un terrazzo perché non prova a coltivare una pianta di pomodoro? Ci guadagnerà il sapore dei vostri spaghetti e  vi passerà lo stress accumulato a causa della nostra vita frenetica.

E se aveste degli oggetti o dei vestiti che non vi servono più? Beh se riciclate la plastica, allora dovete riscoprire il baratto e vedrete che oltre a non inquinare, risparmiando alle discariche oggetti ancora funzionanti, riscoprirete una pratica utile a risparmiare e a rendervi felici. Il baratto sta entrando nell’ordine delle cose anche in Italia, dove sono già numerosi gli Swap party, ovvero incontri dove ognuno porta qualcosa da scambiare e dove si possono trovare interessanti amicizie.

Ma gli oggetti si possono barattare anche su siti come Reoose, senza muoversi da casa, insomma abbiamo davvero tante possibilità per vivere meglio e risparmiare. Pensate che se ognuno di noi barattasse appena un kg di oggetti allanno, risparmieremmo 70.000 tonnellate di spazzatura. Allora cosa aspettiamo??

Spargi la voce! Condividi il baratto con i tuoi amici

Una risposta a “Meno impatto, più baratto!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.