Su Facebook la Roma che non c’è più

Si chiama “Roma Sparita” ed ha più di 60.000 Fan: è una pagina Facebook che raccoglie più di 6mila fotografie di una Roma di altri tempi. La nostalgia diventa 2.0 ed è subito un successo.

Sessantamila Fan, seimila fotocaricate, decine di migliaia di commenti: sono solo alcuni numeri di “Roma Sparita”, una pagina Facebook creata da Daniele Chiù (impiegato nella pubblica amministrazione ed appassionato della città eterna), Lucia Prandi (archeologa e guida turistica) e Fabio Pucci (informatico e fotoamatore) e che ospita scatti ingialliti e immagini d’epoca della Capitale, fotografie recuperate dalle soffitte o in chissà quale cassetto in cui erano state dimenticate.

Scorrendo velocemente gli album fotografici si scopre che c’è proprio di tutto: la Roma d’inizio secolo, quella della seconda guerra mondiale (la “città aperta” rosselliniana), la Roma del miracolo italiano e della Dolce Vita (perfino uno scatto del film “Il sorpasso” di Dino Risi), la Roma dei filobus ma pure quella delle carrozze a cavallo. Una capitale come nessuna mai l’aveva vista.

Il grande successo della pagina è anche nella sua particolarità: le fotografie (rigorosamente scattate prima del 1990) sono caricate dagli utenti stessi, con tanto di didascalia, fonte di provenienza e anno in cui è stata scattata.

Inutile dire che l’idea è stata accolta con entusiasmo quasi commosso. Basta leggere i commenti dei Fan della pagina: chi riconosce il macellaio dal quale si riforniva la nonna, chi esulta per aver ritrovato la casa dove viveva con i genitori da piccolo, chi infine chiude gli occhi e lascia che il passato prenda il sopravvento sul presente, riscoprendo una Roma che non c’è più e di cui sente la mancanza. Non solo un museo virtuale quindi, ma qualcosa che va molto oltre quello che si potrebbe immaginare.

Visita la pagina Facebook di Roma Sparita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.