A Padova aiuti per gli affitti

Causa crisi sono sempre più in difficoltà i genitori con figli che si separano: madri e padri separati alla fine, non sono più in grado di vivere in maniera dignitosa. Ecco perché, sempre più numerosi, richiedono gli alloggi all’Ater. Purtroppo, però, hanno un reddito che non permette loro né di entrare in graduatoria per l’assegnazione di un’abitazione pubblica né di affittarne una sul mercato privato.

Insomma, madri e padri separati rappresentano i «nuovi poveri» di Padova, la crisi economica dell’ultimo anno e mezzo ne ha accentuato i problemi ed accresciuto le fila. Tanto che Palazzo Moroni ha deciso di correre ai ripari. O, almeno, di provarci. «Sarebbe bello riuscire ad aiutare queste persone, magari riservando loro alcune case pubbliche a rotazione, a seconda delle necessità temporanee di ognuno – rivela Antonino Pipitone, assessore comunale alle Politiche abitative – Ne parlerò con l’Ater, credo che non ci sia alcun problema». (fonte: Il Corriere del Veneto)

Quello di Comune e Ater, se fosse vero, sarebbe un regalo stupendo. Ma i percorsi burocratici sono lunghi, intanto è stato prorogato fino al 12 marzo il termine per la presentazione delle domande per accedere al Fondo sostegno affitto 2008.

Intanto quello che possiamo fare noi per sostenervi è segnalarvi gli annunci di case in affitto più a portata di mano e le offerte di camere in affitto che comunque rappresentano una soluzione più che dignitosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.