I consigli di Houzz per abbinare il divano al colore delle pareti

Contenuto apparso in origine su:

Il divano e la parete retrostante dovrebbero essere considerati non come due entità separate, ma bensì come un sistema coordinato. Se ben accoppiati e composti, questi due elementi possono regalare un insieme vincente che può completare il soggiorno o addirittura diventare il baricentro visivo della zona conversazione di un più ampio salotto. Ecco allora alcuni suggerimenti da cui partire per creare il mix più adatto al tuo spazio. Leggi tutto “I consigli di Houzz per abbinare il divano al colore delle pareti”

Milano capitale del design

A Milano sta per aprire i battenti l’evento degli eventi: il Salone internazionale del mobile, ovvero l’appuntamento di design più importante dell’anno. Con un programma ricchissimo di cultura e tendenze. E tanto divertimento.

Lo scorso anno è stato un successo senza precedenti: quasi 320mila visitatori tra operatori, pubblico e giornalisti. E’ il Salone internazionale del mobile di Milano che quest’anno ha tutte le carte in regola per bissare il successo. Dal prossimo 14 aprile e per cinque giorni il quartiere fieristico di Rho sarà invaso da circa 2500 espositori che si sistemeranno su una superficie di circa 200mila metri quadrati. Pronti per accogliere una folla di addetti ai lavori provenienti da tutto il mondo e, per domenica 18, pronti ad incontare anche il pubblico.

Un vero e proprio evento dai grandi numeri dunque e con un’offerta merceologica quasi sterminata:dai Saloni alla biennale Eurocucina, dal Salone internazionale del bagno a quello dedicato alla tecnologia di elettrodomestici da incasso e cappe d’arredo. Con una ciliegina sulla torta: il SaloneSatellite, zona della fiera dove oltre settecento giovani designer esporanno i loro lavori in cerca di fortuna (e qualche acquirente).

Parallelamente, in città, ci saranno iniziative di ogni tipo che affiancheranno il Salone del mobile. Appuntamenti culturali (da non perdere le mostre organizzate dal Cosmit), installazioni artistiche e una serie smisurata di eventi più mondani tra inaugurazioni di showroom, cibo, ospiti d’eccezione e musica. Perché, anche chi il design lo “mastica” poco, al Salone internazionale del Mobile ci vuole essere a ogni costo.

Salone del mobile di Milano
Dove: Fiera Milano-Rho
Quando: 14-19 aprile
Orario: continuato dalle 9.30-18.30
Ingresso: solo per gli operatori del settore. Domenica 18 aprile aperto al pubblico 20 euro (1 ingresso), 30 euro (tessera coppia), 35 euro (tessera famiglia: 2 adulti e un minore di 18 anni), 15 euro (tessera studenti)
Info: www.cosmit.it

I migliori annunci della settimana #4 (Roma)

Continuamo con la nostra rubrica settimanale per raccogliere i migliori annunci pubblicati negli utlimi giorni su www.bakeca.it per la città di Roma, riguardanti il mondo del lavoro, il mercato immobiliare e quello dell’usato.

Offerta di lavoro: Praticante libera professione di dottore commercialista
Offerta di lavoro: Programmatore Microsoft .NET
Case in affitto: Monolocale sul Tevere
Case in affitto: Appartamento rifinitissimo in zona Camilluccia
Auto usate: Mitsubishi Pajero 3.2

I migliori annunci della settimana #4 (Bologna)

Continuamo con la nostra rubrica settimanale per raccogliere i migliori annunci pubblicati negli utlimi giorni su www.bakeca.it per la città di Bologna, riguardanti il mondo del lavoro, il mercato immobiliare e quello dell’usato.

Offerta di lavoro: Merchandiser
Offerta di lavoro: Dialogatori per Greenpeace
Case in vendita: Appartamento Trilocale in stazione Corticella
Stanze in affitto: Appartamento in zona Bolognina
Auto usate: Mercedes C180 Kompresso Elegance

I migliori annunci della settimana #2 (Milano)

Continuamo con la nostra rubrica settimanale per raccogliere i migliori annunci pubblicati negli utlimi giorni su www.bakeca.it riguardanti il mondo del lavoro, il mercato immobiliare e quello dell’usato. Questa settimana tocca a Milano.

Offerta di lavoro: AP JAVA Junior ECM
Offerta di lavoro: Programmatori e analisti programmatori Cobol/CICS/DB2
Stanze in affitto: Moderne singole in appartamento ristrutturato e arredato
Auto usate: Porsche Boxster 2.5 Tiptronic AppenaTagliandata
Corsi di formazione: Addetto stampa

A Roma i bamboccioni "fanno la valigia"

La città è invasa un nuovo movimento, ideato da studenti e precari: Fai la Valigia. Nato sul web da un gruppo Facebook, in questi giorni ha tappezzato con i suoi manifesti i muri della Capitale. Improvvisando anche veri e propri FlashMob sotto forma di “feste immobiliari”.

Sono centinaia i manifesti rosa per le strade di Roma: sui cartelli delle vie e delle piazze certo, ma anche (e non a caso) sui manifesti elettorali e sui cantieri della metropolitana.  Come logo portano un bagaglio e appena sotto uno slogan fin troppo chiaro: Fai la valigia.

Ma chi sono? Giovani, giovanissimi, per lo più trentenni, che hanno difficoltà a pagare un affitto ma non vogliono sentirsi chiamare “bamboccioni”. Per questo, dicono, “viene voglia di farla davvero la valigia”. Ed è così che è nata la mobilitazione su facebook: hanno fondato un loro profilo e hanno incominciato a sfornare un vero e proprio manifesto costituente:

“Siamo stufi della crisi economica e questa città ci propone molti più problemi che soluzioni. Abbiamo capacità, abbiamo voglia: per questo vogliamo andare via di casa prima dei trent’anni, vogliamo studiare in una scuola e in un’università in cui valga la pena farlo e vogliamo essere pagati per il nostro lavoro”.

L’iniziativa non si è fermata però solo sul web. Anzi, oltre all’invasione dei manifesti “rosa”, il movimento ha fatto parlare di sé con una sorta di “festa immobiliare”. Ovvero una coppia di ragazzi – fingendosi in cerca di un appartamento in cui abitare – ha fissato un vero appuntamento con un’agenzia immobiliare per visitare una casa in vendita a Trastevere. Ma, fra l’incredulità dell’agente immobiliare e dei proprietari di casa, i ragazzi del movimento si sono presentati all’appuntamento in circa trenta persone, con tanto di valigie piene di champagne, musica, trombette e coriandoli. Una vera e propria festa improvvisata, così spiegata: “eravamo in una casa che non possiamo permetterci che per qualche minuto è stata nostra. Era ovvio festeggiare, quando ci ricapita!”

E mentre il tam tam in città coinvolge nuovi aderenti, Fai la valigia pensa già a nuove azioni. Dall’altra parte “oggi siamo tutti dei viaggiatori, un po’ per forza, un po’ per voglia, spinti dal lavoro o dalla vita, ma anche dall’estrema necessità.” La valigia, insomma, è sempre pronta a partire.

  • Il video-manifesto di Fai la valigia

I migliori annunci della settimana #1 (12-19/03/10)

Apriamo oggi questa rubrica settimanale per raccogliere i migliori annunci pubblicati negli utlimi giorni da www.bakeca.it su Torino, Milano, Roma, Padova, Napoli e Bologna, riguardanti il mondo del lavoro, il mercato immobiliare e quello dell’usato.

Offerte di lavoro

Roma: Buzzer (Esperto di marketing non convenzionale)
Padova: WebDesigner
Milano: Assistente Referente del Personale
Bologna: Responsabile punto vendita PC e notebook di importante brand multinational
Torino: Stagista neolaureato/a in area marketing e comunicazione
Napoli:Webddesigner con competenze di Webmaster

Mercato immobiliare

Milano: Monolocale nuovo
Torino: Appartamento arredato per studenti
Padova: Appartamento arredato di 80mq in zona Ponte di Brenta
Roma: Quadrilocale in zona Tiburtina/Collatino
Napoli: Appartamento arredato di 80 mq in Centro storico

Auto usate

Padova: Land Rover Discovery 3
Napoli: Fiat Grande Punto 5P 1.3 MJET del 2007
Milano: Mercedes sportcoupè 220 CDI del 2002
Roma: Mitsubishi COLT 1.1 CZ3 del 2005
Torino: Smart Fortwo Passion 2004
Bologna: Opel Corsa 1.2 16v Enjoy 3p 2008

Vendere casa cinguettando

E’ Peter Bouvier la prima persona della storia che è riuscito a vendere casa su Twitter: la piattaforma di microblogging è diventata omrai anche una realtà frequentatissima dove si incrociano domanda e offerta del mercato immobiliare, del lavoro e dell’usato. E dove anche Bakeca.it è sbarcata da tempo.

Si chiama Peter Bouvier, è un ragazzo inglese 33 anni. E come molti si è trovato di fronte a una neccessità che, vista la crisi del mercato immobilare, presto si è trasformata in un’impresa quasi titanica : vendere una casa di sua proprietà. Peter, dopo essersi rivolto inizialmente a un’agenzia (senza ottenere successo), ha deciso di adottare una strategia nuova, decisamente “fai da te”. Ha infatti creato una pagina web e ha inserito delle foto della sua abitazione. E subito dopo ha lanciato il link alla pagina dal suo account Twitter. Più di 30 persone hanno visto la casa che è stata venduta nell’arco di 24 ore al prezzo di circa 190mila euro. Peter è salito così all’onore delle cronache come la prima persona nella storia del web 2.0. che ha venduto la casa usando i 140 caratteri di Twitter. “Risparmiando” – come ha sottolineato il giovane inglese intervistato dal Mirroir – “anche sulle commissioni all’agenzia”.

Per molti però questa forse non è una soprpresa: Twitter da tempo non è solo un’ottima piattaforma di microblogging ma  anche un punto d’incontro per tanti utenti che cercano (od offrono) di vendere beni e non solo. Su Twitter infatti viaggiano quotidianamente anche offerte di lavoro, tanto che è stato ribattezzato l'”ufficio di collocamento 2.0.”

Non a caso anche anche Bakeca.it da qualche mese ha deciso di cinguettare su Twitter, pubblicando le offerte più interessanti  selezionate ogni giorno sul sito di annunci più visitato d’Italia. Il tutto rigorosamente declinato su canali cittadini: Torino (@To_Bakeca) , Milano (@Mi_Bakeca), Roma (@Roma_Bakeca), Napoli (@NA_bakeca), Padova (@PD_bakeca) e Bologna (@BO_bakeca). Ma non è finita qui: su Twitter Bakeca.it ha aperto anche il suo canale istituzionale (@Bakecait) che ogni giorno lancia in 140 caratteri news, approfondimenti e curiosità scelti dall’ufficio stampa dell’azienda. Dalla cultura digitale al diritto alla rete, dalle politiche del lavoro ai prezzi delle case, dalle ultime novità nel campo dei motori e dell’high tech fino alle tendenze dei consumatori italiani.

I risultati non sono tardati ad arrivare. Dopo solo qualche settimana di presenza su Twitter, Bakeca può già vantare più 2600 “seguaci”, con le punte più alte in città come Milano, Roma e Torino. Un’iniziativa  fin da subito seguitissima che premia la scelta di affrontare la nuova sfida del web 2.0: essere protagonisti della rete in sole 140 battute.

Napoli: incentivi per affittare casa

Italiani, popolo di santi, poeti, navigatori…

Chi non si è imbattuto in qualche straniero, articolo o servizio che riproponesse uno dei classici luoghi comuni sugli italiani? Ma si sa che a volte un fondo di verità esiste ed è sicuramente dimostrato che gli italiani sono uno dei popoli definito maggiormente “mammoni”:siamo unitamente agli spagnoli, il paese d’europa, in cui si preferisce rimanere a casa dei propri genitori.

Una recente ricerca condotta ha dimostrato che su 2.500 giovani italiani in età compresa tra i 25 e i 29 anni, più della metà (57,3%) vive ancora con i genitori.

Gli under 30 in realtà hanno qualche attenuante. Il ciclo di studi mediamente termina verso i 25 anni e viene sovente seguito da una specializzazione o un tirocinio professionale, quindi i ragazzi non si possono permettere economicamente una vita indipendente.

Ma il Comune di Napoli sta promuovendo un progetto finalizzato a favorire l’autonomia abitativa dei giovani in città.
I giovani napoletani quindi non hanno ulteriori scusanti, anche perché le opportunità non mancano, neanche per chi non vuole rinunciare alla comodità dell’abitare in centro e può scegliere fra bilocali arredati o meglio alloggi indipendenti e magari con possibilità di posto auto o comodo ai mezzi.

Insomma per chi ha voglia di fare questo importante passo ci sono moltissime soluzioni e grazie all’iniziativa del Comune di Napoli sarà sicuramente più facile, “L’iniziativa si rivolge a giovani che intendono avviare un processo di emancipazione dalla famiglia di origine in età compresa tra i 18 ed i 35 anni, anche cittadini comunitari o extra-comunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno.”

Ma affrettatevi la validità del progetto dura solamente un mese: i termini per la  partecipazione al bando decorrono dal 25/01/2010 al 25/02/2010.
Allora non aspettare e inizia la tua ricerca