Le 10 strade italiane più belle da fare in moto

L’Italia, da Nord a Sud, passando per Centro e Isole regala delle strade panoramiche incredibili. Uno dei modi migliori per apprezzare le bellezze paesaggistiche del nostro territorio è senza dubbio percorrere queste strade in moto.

Viaggiare in moto, infatti, è un’esperienza di viaggio diversa da quella che può regalare uno spostamento in auto o in treno; l’unicità della moto è data dal contatto diretto con la natura e con le persone dei luoghi attraversati.

Di seguito una selezione delle 10 strade più belle ed emozionanti da percorrere con le due ruote. Leggi tutto “Le 10 strade italiane più belle da fare in moto”

Auto e moto d’epoca in mostra a Bologna

In Emilia Romagna la passione per le automobili e le motociclette è molto forte e radicata. In questa regione hanno sede alcune delle case costruttrici più importanti e famose al mondo per le due e le quattro ruote: Ferrari, Maserati, Lamborghini, Ducati, Bimota, Morini, Malaguti, per citare solo le più blasonate. Non è quindi un caso che Bologna sia la sede storica del Motorshow; come non è un caso che il capoluogo emiliano ospiti l’evento dal titolo “Bologna Auto & Moto”, dedicato principalmente ai mezzi d’epoca.

L’appuntamento è al Palanord (via Stalingrado, 81 area Parconord) sabato 22 (ore 9-18) e domenica 23 maggio (ore 9-17).

Oltre alla parte espositiva di automobili e motociclette storiche, che rappresenta sicuramente il punto di forza dell’evento, molto interessante per tutti gli appassionati del settore è l’ampia sezione dedicata ai pezzi di ricambi, accessori, documentazioni tecniche, articoli sempre più rari da recuperare. Inoltre, ci saranno anche espositori con rarità cartacee (foto, poster, libri, ecc.) riguardanti le gare e gli aneddoti dei grandi piloti e delle varie case automobilistiche.

Infine un settore dell’evento sarà interamente dedicato al modellismo statico e dinamico con riproduzioni in scala perfette e curate nei minimi dettagli, vere e proprie opere d’arte.

Bakeca.it sarà presente alla fiera con un suo stand e le sue hostess. Veniteci a trovare!

La locandina dell’evento su Bakeca.it

Week end al Torino Motor Fest

I 120.000 metri quadrati dell’Oval del Lingotto ospiteranno il 22 e il 23 maggio l’edizione 2010 del Torino Motor Fest . Dopo il successo dello scorso anno campioni, appassionati e addetti ai lavori si danno appuntamento in quello che viene considerato il riferimento del Nord Ovest per la prova di moto e automobili.

Punto forte della manifestazione resta la capacità di unire aspetti tecnici del panorama automobilistico a numerosi momenti d’intrattenimento che vedranno come special guest l’inviato di Striscia la Notizia Jimmy Ghione.

Tra le iniziative Speciali Hobby Sport, progetto realizzato per avvicinare i ragazzi al minicross e al mondo dei fuoristrada. Per l’occasione verrà allestito un percorso a terra per provare le Minicross Lem sotto la guida di personale specializzato. Presente anche un’area tematica dedicata alle fonti di energia alternativa, dove il Politecnico di Torino presenterà i tre team universitari autori di veicoli a basso impatto ambientali.

Anche Bakeca.it sarà presente alla Torino Motor Fest con un suo stand.

  • Locandina della manifestazione su Bakeca.it

RC Auto: rincari sbalorditivi per gli automobilisti. Si può risparmiare?

Lo scorso 5 Maggio a Palazzo Mezzanotte di Milano si e tenuto il convegno ‘Assicurazioni e sistema in Italia: Il ruolo del comparto assicurativo nel rilancio dell’economia reale’. Il convegno è stato realizzato dalla collaborazione tra il Giornale delle Assicurazioni e Aiba (Associazione Italiana di Broker di Assicurazioni e Riassicurazioni). Attraverso l’intervento di svariati esperti del settore – consulenti, agenti e broker assicurativi – si è analizzata la crisi economica e finanziaria che attualmente investe il mercato delle assicurazioni, con l’obiettivo di comprendere il ruolo del comparto assicurativo nel processo di crescita dell’economia italiana.

Quello che è emerso che i primi mesi del 2010 si sono verificati notevoli rincari dell’ Rc Auto: il Ministero del Tesoro parla addirittura di un aumento del 131% in appena 13 anni. Un dato ancora più sconcertante, se si confronta con quelli europei: in Italia infatti i prezzi sono aumentati di 4 volte rispetto a tutto il resto d’Europa.

A tal proposito durante il convegno del 5 maggio Giancarlo Giannini, presidente dell’Authority, ha lanciato la proposta di cancellare il «tacito rinnovo» dai contratti Rc Auto: “In questo modo i clienti sarebbero indotti a valutare ogni anno le diverse proposte disponibili sul mercato, effettuando un attento confronto tra le migliori assicurazioni auto presenti sul mercato”.

Questo probabilmente è ancora più vero nel momento del boom in rete dei comparatori per la RC Auto (ne avevamo già parlato nei giorni scorsi). Il confronto insomma resta l’unico modo per risparmiare e anche Bakeca.it dà ad ogni utente la possibilità, tramite il suo comparatore, di trovare la polizza Rc Auto più adatta alle proprie esigenze di automobilista.

Tornano a calare le vendite di auto in Europa, ma l’usato resiste

Si sgonfia ad aprile il mercato dell’auto in Europa. Secondo i dati dell’Acea, l’associazione europea dei produttori di auto, le immatricolazioni in Europa nel mese scorso sono scese del 7,4% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, mentre le immatricolazioni dell’Europa Continentale (che include i Paesi EFTA) sono scese del 6,9%.

Questa contrazione, mette in edidenza il Cenro Studi Promotor, si riflette anche nel consuntivo del primo quadrimestre. Il bilancio del primo trimestre, infatti, si era chiuso in salita del 9,5% grazie agli incentivi ancora in vigore in alcuni paesi europei.

Dunque il mercato dell’auto ha ceduto in seguito al finire delle spinte governative che tanto hanno fatto per aiutare un settore in crisi. La festa è finita e il settore ne risente.

In particolare le auto a marchio Fiat sono diminuite del 28,5% a 71.637 unità (quota calata al 6,1% dall’8%), le Lancia sono calate del 16,1% a 9.170 unità (quota passata allo 0,8% dallo 0,9%) e quelle del marchio Alfa Romeo del 24,8% a 7.714 unità (allo 0,7% dallo 0,8%).

Riguardo agli altri grandi costruttori europei ci sono anche delle contro-tendenze: ad aprile sono aumentate dell’1,6% le vendite del gruppo Peugeot-Citroen a 161.603 unità (quota al 13,8% dal 12,6%) mentre quelle della Renault sono balzate del 9% a 121.312 unità (quota al 10,4% dall’8,8%).

Va segnalato inoltre il rialzo del 39,6% di Nissan, che ad aprile ha venduto 32.478 unità con una quota migliorata al 2,8% dall’1,8%. Bene anche Bmw (+13,4% a 63.370 unità con la quota migliorata al 5,4%).

Se però il mercato delle auto nuove è in calo, non si può assolutamente dire per quanto riguarda il trend del mercato dell’usato: come registrato da Bakeca.it le ricerche di auto usate sono aumentate del 32%, mentre la quantità di annunci inserita è salita del 13% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Moto usate, secondo l’ACI aprile positivo

Segnale più che positivo ad Aprile per le due ruote nel mercato dell’usato secondo i dati riportati nell’ultimo bollettino mensile “Auto-Trend” dall’ACI sui dati del PRA. Basti pensare che i passaggi di proprietà dei motocicli hanno fatto registrare quasi il +12,3% rispetto alla scorso anno.

Un trend positivo anche calcolando che invece per le autovetture non c’è stata nessuna variazione rispetto allo stesso periodo del 2009. Il boom invece sembra per ora riguardare solo le moto: ogni 100 motocicli nuovi ne sono state venduti 149 usati sia ad aprile che nel primo quadrimestre dell’anno.

Scarica l’ultimo bollettino mensile “Auto-Trend” dal sito dell’ACI

Le auto usate più affidabili: consigli per la scelta

Sono i nuovi modelli Fiat Group e Toyota le vetture usate che promettono maggiore affidabilità. A stabilirlo è stato un rapporto della Dekra (la prima organizzazione europea e terza a livello mondiale mondiale a occuparsi di revisioni, perizie, test e collaudi nel settore automobilistico) che ha valutato l’affidabilità delle vetture usate, concentrandosi soprattutto sulla revisione obbligatoria delle auto e stilando una sorta di classifica.

E anche se quasi esclusivamente in riferimento ai campioni di autovetture circolanti in Germania, i dati Dekra si possono ritenere validi anche per le vetture in Italia.

Il risultato più positivo registrato dalla ricerca viene dalla Fiat Group, che nelle revisioni Dekra ha mostrato meno difetti per i modelli lanciati dal 2005 in poi. Per esempio, per la 159 (nata proprio in quell’anno) gli indici sono tutti favorevoli, così come per la Punto penultima serie e per la Seicento, prodotte verso la fine anni Novanta o per la stessa Grande Punto (del 2005).

Al contrario una categoria che mostra difetti superiori alla media è quella delle grandi monovolume, fra cui spiccano Renault Espace, Fiat Ulysse e le Lancia, Citroen e Peugeot. Bene la Suv XC60 di Volvo e le V40 e V50. Molto affidabile, secondo Dekra, Toyota che si distingue essenzialmente per l’ibrida Prius, come migliore in assoluto tra le medio-inferiori fino tre anni di età.

Un milione e mezzo di italiani usano i comparatori RC auto

Quasi un milione e mezzo di italiani hanno fatto l’assicurazione solo dopo aver consultato un comparatore online. Questo il dato più importante emerso dall’indagine dell’istituto di ricerca TNS Italia (commissionata da Assicurazione.it) per quantificare il fenomeno dei comparatori online nel nostro Paese.

Un vero boom che indica come l’avvento anche nel nostro Paese di strumenti online ha convinto gli italiani che risparmiare tramite il confronto delle tariffe è, oltre che possibile, molto semplice e alla portata di tutti.

Basti pensare che secondo dati ANIA oltre 2,5 milioni di italiani si sono assicurati online e una buona parte, come indicato dall’analisi condotta da TNS Italia, lo ha fatto principalmente per l’opportunità di risparmiare sia tempo, sia denaro (84% del campione) ma anche per la comodità di acquistare da casa propria e negli orari preferiti (42%).

A colpire positivamente sono anche le dichiarazioni di oltre un milione di italiani che affermano di aver scelto il web per la possibilità di confrontare chiaramente le tariffe proposte dalle compagnie assicurative e che il passaparola sia stato motivo di scelta per oltre 400 mila automobilisti italiani.

Vi ricordiamo che anche Bakeca.it mette a disposizione dei suoi utenti un comparatore online promosso proprio in collaborazione con Assicurazione.it. Se avete bisogno di rinnovare la vostra assicurazione RC auto vi consigliamo subito di utilizzarlo per iniziare a fare parte di quella schiera di italiani che sa risparmiare centianaia di euro con solo pochi click di un mouse!

Prezzi auto gpl: confronti modelli e risparmio sui consumi

Nessuno lo sa, ma in Italia sono circa 2 milioni i veicoli ad impianto gpl in circolazione sulle strade: siamo al primo posto in Europa. Cosa vuol dire questo? Che le auto gpl sono in continuo aumento, essendo la soluzione migliore per chi vuole risparmiare senza rinunciare alle prestazioni e alle basse emissioni che il gpl – Gas di Petrolio Liquefatto – permette.

In questo post vi segnaliamo i prezzi auto gpl, auto nuove acquistabili allo stesso prezzo della versione benzina, o semplicemente auto nuove che acquistate dopo avervi fatto un giro per le offerte auto usate gpl.

I modelli auto gpl più diffusi in Italia sono la Chevrolet Matiz (prezzo base: 10′000 euro), la Kia Picanto (11′000 euro), la Renault Twingo (13′500 euro) e la Renault Clio (13′500 euro), la Seat Ibiza (12′700 euro), la Nissan Micra (14′600 euro), la Skoda Fabia (16′400 euro), la Citroen C3 (16′000 euro), la Fiat Panda (12′400 euro), la Grande Punto (16′500 euro), la Peugeot 207 (14′000 euro).

I prezzi sono certamente più alti rispetto agli stessi modelli a benzina. Eppure bisogna calcolare quanto si risparmia nel lungo termine usando il Gpl. E i dati aggiornati all’aprile 2010 parlano di un costo di 0.647 euro al litro, contro gli 1.395 euro al litro della benzina ed i 1.277 del gasolio. Ovvero un risparmio poco più del 50% sui costi del carburante.

Per fare un esempio: un auto a benzina che percorre 20 km al litro, con i prezzi attualmente sul mercato spende 697,55 euro per percorrere 10′000 km. Un’auto con impianto gpl, alle stesse condizioni, spende 380 euro. La convenienza gpl è evidente: sta all’acquirente farsi i conti in tasca e vedere quanto si risparmia con un’auto gpl, i parametri da valutare sono molti, come la mobilità, il rendimento della propria auto, e la disponibilità di impianti di rifornimento gpl sul territorio.

Che dite, ne vale la pena? Se si, non vi resta che dare un occhio alle auto usate su Bakeca.it: nella sezione “auto” della vostra città trovere sicuramente auto usate alimentate a GPL o ad altri combustibili verdi.