A Napoli va di moda l'usato con la Fiera del baratto

Il 17 e 18 Aprile arriva in città la Fiera del Baratto e dell’Usato, presso la Fiera di Napoli su iniziativa di Bidonville, associazione dedita alla promozione della cultura del riciclo e del riutilizzo. Anche Bakeca.it sarà presente con un suo stand.

Anche Bakeca.it sarà presente alla Fiera del Baratto e dell’Usato di Napoli che si terrà il prossimo week-end nel capoluogo campano. Un evento che ha una tradizione oramai storica e si concentra sui settori dell’artigianato, del collezionismo, della modernità e dell’antiquariato.

Basti pensare che ogni anno la Fiera del Baratto e dell’Usato è sempre un successo: gli espositori sono circa 700, e copre una superficie espositiva di oltre 25.000 mq. E tra i partecipanti all’esposizione anche molti privati cittadini che decidono di proporre tutti quegli oggetti dimenticati nelle cantine di casa ma ancora utilizzabili e spesso ricchi di un fascino che solo il tempo può dare loro.

Il successo è forse rintracciabile nella filosofia stessa della Fiera: un tentativo di andare controtendenza e proporre uno stile di vita diverso da quello quotidianamente proposto dai media e dalla società del consumo, per sostituire la prassi dell’usa e getta con quella del riciclo e del riuso, più salutare per l’ambiente ed il portafogli.

Bakeca.it (che ha da sempre una sezione visitatissima sul compravendita dell’usato) non poteva mancare: venite a trovarci nella Sala A del Padiglione 1!

  • Visita il sito ufficiale di BidonVille

A Napoli arriva lo Swap Party

Giovedì 15 aprile nello spazio polifunzionale di Chiaia c’è il bazar del baratto: una festa “Swap” in pieno stile newyorkese.

Se avete qualcosa da barattare – oggetti, vestisti, cianfrusaglie – la vostra festa si chiama “Swap” e il vostro mercatino, di conseguenza, sarà il Trip. Giovedì 15 aprile, dalle 19, lo spazio polifunzionale di via Martucci a Napoli è di scena lo Swap Party, per barattare e divertirsi mentre si sorseggia vino e si incontrano gli amici. Come funziona? Ognuno potrà portare massimo 5 oggetti da barattare. Le condizioni degli oggetti devono essere buone, vale a dire cose da scambiare seminuove, e se due persone sono interessate allo stesso oggetto ci si affida alla fortuna tirando a sorte il nome del vincitore. Gli oggetti valutati, etichettati, ed esposti potranno essere scelti dagli iscritti alla giornata dello scambio. Mentre tutti gli oggetti non barattati potranno essere ritirati dal 20 aprile oppure lasciati a Trip che provvederà a donarli per beneficenza.

Il costo per partecipare è di 20 euro. Mentre l’iscrizione e la consegna degli oggetti è entro il 14 aprile alle 17 al Trip. Agli altri tutto il divertimento di assistere ad un evento moda che imperversa da New York a Londra e Parigi.

Mercatopoli a Bologna: lo shopping fatto di convenienza

Nel bel mezzo della crisi arriva il boom del mercato dell’usato. A Bologna c’è da Mercatopoli, una rete di mercatini dell’usato che dà nuova vita agli oggetti di seconda mano. Obsoleti ed inutilizzati per alcuni ma convenienti e preziosi per altri.

La chiamano “second-hand mania”ed è la nuova risorsa dei consumatori italiani. Dall’altra parte in questo tempo di crisi il risparmio appare una priorità per tutti ed è così che proprio il mercato dell’usato è cresciuto notevolmente. Se ci fossero alcuni dubbi in merito a questa nuova tendenza basta leggersi i dati pubblicati recentemente dalla Camera di Commercio di Milano: dal 2004 ad oggi il settore della “seconda mano” ha registrato un incremento del 35% con 3.433 esercizi commerciali sul territorio nazionale. E dentro c’è tutto: dai mobili, agli abiti , dagli oggetti usati fino a quelli dei libri.

La città di Bologna in particolare è diventata quasi “la capitale dell’usato”: oltre alla storica presenza di numerosi negozi di seconda mano è infatti emersa in questi anni la novità rappresentata da Mercatopoli Bologna Fiera: affiliato di un franchising di negozi dell’usato basati su uno stile innovativo, moderno ed organizzato. Un vero e proprio network di negozi che hanno come scopo quello di non seguire il consumismo imperante, ma di sposare la “filosofia del riuso”: sfruttando la convenienza dell’usato senza però perdere la qualità dei prodotti offerti.

Ma Mercatopoli non è solo una vetrina conveniente: oltre ad offrire oggetti di seconda mano dà a chiunque la possibilità di mettere in vendita i propri, diventando un luogo di scambio e di intrattenimento dove si può guadagnare anche su ciò che non si utilizza più e che pensa fosse destinato a finire nella cantina di casa, se non peggio nel cassonetto della spazzatura.

Per chi infine è spaventato dalla possibilità di trovarsi di fronte a prodotti scadenti c’è da sottolineare che a Mercatopoli non c’è convenienza senza la qualità: i titolari svolgono infatti un’accurata selezione sulla merce presa in carico per essere venduta, permettendo così ai clienti di trovare i migliori prodotti del mercato (abbigliamento, mobili, elettrodomestici, oggettistica, articoli sportivi, strumenti musicali, elettronica, libri, cd, dvd e tanto altro) a prezzi fortemente ribassati.

Così, per tutti i bolognesi che non vogliono rinunciare al fascino dello shopping anche in tempo di crisi, il consiglio di Bakeca (che da sempre ha una sezione del suo sito dedicata al “compro-vendo” ) è quello di recarsi prima possibile a Mercatopoli Bologna Fiera, in via Zago, 16, aperto dal martedì al sabato dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 19:00 (il sabato con orario continuato). Altre informazioni sulle ultime novità e promozioni di Mercatopoli si possono richiedere scrivendo una mail a bolognafiera@mercatopoli.it o telefonando al numero 051 6390843.

Link utili: