Trova lavoro insieme a Bakeca a IO LAVORO!

Inizia oggi presso il Lingotto Fiere a Torino IO LAVORO, la più grande Job Fair italiana, dedicata a mettere in contatto chi cerca lavoro con le aziende che reclutano personale.

Come negli anni passati noi di Bakeca saremo in fiera con uno stand per offrire un servizio di consulenza rivolto ai visitatori in cerca di un impiego e alle aziende in fase di recruiting. Leggi tutto “Trova lavoro insieme a Bakeca a IO LAVORO!”

Lavoro: consigli per scegliere quello più adatto

Quando sei ancora un bimbo, hai le idee chiarissime su cosa vorrai fare da grande. Man mano che cresci, però, le cose cominciano a complicarsi, i sogni e i desideri che avevi da piccolo iniziano a confondersi con i progetti che i tuoi genitori hanno scelto per te, con quelli che tu stesso ti sei imposto, con la consapevolezza che in fondo non è proprio come te l’eri immaginato ed allora quella risposta, che era così sicura, ad una certa età inizia a farsi vaga.

Usciti dalle scuole superiori spesso non avendo le idee chiare o, in preda al panico di fronte ad una scelta obbligata, puntiamo il dito nella mischia affidandoci al caso.

Il tuffo nel mondo del lavoro è un momento nella nostra vita che tutti prima o poi dovranno affrontare: chi prima, chi dopo.

I problemi iniziano di qua dato che spesso non sappiamo davvero dove sbattere la testa, proprio perché siamo i primi a non avere le idee chiare su ciò che vogliamo dal nostro domani. Si sa che il mondo dell’istruzione è assolutamente distante anni luce da quello del lavoro.

E’ davvero importante quindi avere un obiettivo professionale chiaro e preciso. Ormai nessuno cerca persone che siano in grado di svolgere “un lavoro qualsiasi”.

Quindi il primo passo vincente è quello di fare il punto sui propri punti di forza, sulle proprie aree di miglioramento, sulle proprie aspettative e soprattutto sulle proprie motivazioni.
Partiamo dai punti di forza: prima cosa fondamentale è convincersi che ognuno di noi li ha! Così come ognuno di noi ha delle aree di miglioramento.

Capire per cosa sono portato è già un gran punto di partenza. Per esempio: sono una persona molto precisa, ma non ho una grande capacità empatica, forse allora sarà meglio che mi orienti su un lavoro di back office e non a contatto con il pubblico, viceversa se le relazioni con gli altri mi vengono spontanee e naturali.

Ok, forse a questo punto la domanda che vi frulla per la testa è: ma come faccio a capire nitidamente tutte queste cose? Per esempio, il Bilancio delle Competenze è uno strumento utile ed efficace per capire tutto questo…per saperne di più ci vediamo la prossima settimana!